Icardi: “Mancini calmo, de Boer agitato! Ma questo per l’Inter…”

Articolo di
10 ottobre 2016, 00:22
Mauro Icardi

Mauro Icardi – intervistato dai microfoni di “Rai Sport” per un servizio andato in onda alla “Domenica sportiva” su Rai 2 – torna sul suo rinnovo con l’Inter e si sofferma sul cambio in panchina avvenuto ad agosto: da Mancini a de Boer è cambiato molto

RINNOVO VOLUTO – Gioisce ancora per il ricco rinnovo fino al 2021 Mauro Icardi: «Questo rinnovo è una cosa che mi rende contento: sono molto felice perché volevo legarmi così all’Inter, ma non mi cambia tantissimo in campo. So cosa devo fare: io sono molto professionale e come prima devo dimostrare in campo quello che valgo. E’ vero che in Europa (League, ndr) abbiamo fatto un po’ male, ma abbiamo tempo per riprenderci e per migliorare rispetto a quanto abbiamo fatto all’inizio».

ALLENATORI E NAZIONALE – «Differenze tra Roberto Mancini e Frank de Boer? Sono due allenatori diversi: Mancini era più calmo e tranquillo, faceva quello che voleva fare; de Boer è più agitato (sorride, ndr). Però fa bene alla squadra questa cosa. Sono contento di aver esordito con la Nazionale Argentina nel 2013, però adesso voglio tornare e giocare per il mio Paese».

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.
Andrea Turano
Nato nell’era Bagnoli, ma svezzato da Simoni, vive la sua vita in nero e azzurro. Parla di Inter ventiquattro ore al giorno, nel tempo libero si limita a scrivere, sempre di Inter. Sogna di lasciare un ricordo indelebile nella storia della Beneamata, come Arnautovic. E’ un tifoso sfegatato come tanti, ma obiettivo come pochi.