Icardi: “I fischi? A me servono come stimolo, quindi…”

Articolo di
3 gennaio 2015, 09:14

Mauro Icardi ha rilasciato un’intervista a Tuttosport in cui affronta i temi di inizio anno legati al rendimento suo e dell’Inter.

«Negli ultimi anni sono maturato notevolmente», dice il bomber argentino, «perchè con il tempo si diventa più furbi nell’esecuzione e in velocità. A Barcellona mi successe la stessa cosa capitata ad Ibrahimovic: non volevano un centravanti d’area e me ne sono andato. Sono impermeabile alle parole degli altri e quando gioco non me ne frega nulla. Se mi fischiano mi piace perchè mi danno la carica giusta per giocare. Se vogliamo raggiungere qualche risultato quest’anno è necessario fare le cose bene partendo dagli allenamenti e per farlo dobbiamo seguire Mancini. Non si tratta di vincere o meno una partita ma di svoltare decisamente nel girone di ritorno. Podolski è un gran giocatore e ci darà sicuramente una mano. Il mio rinnovo di contratto? Chiedete ad Ausilio per queste questioni…».

Così Mauro Icardi, deciso e determinato a fare bene nel girone di ritorno. Incurante dei fischi e dei commenti alla sua vita privata, il ragazzo argentino continua a testa bassa cercando di lavorare sodo e segnare tanti goal. Quello è il suo ruolo e sa interpretarlo egregiamente.