Guarin:”Problema mentale, non firmerei per il terzo posto”

Articolo di
29 luglio 2015, 10:44
guarin

Fredy Guarin nella sua intervista alla “Gazzetta dello Sport” ha parlato anche di Inter in generale. Le difficoltà delle ultime stagioni che vanno dimenticate e le aspettative per la prossima stagione che deve portare una svolta.

STAGIONI NEGATIVE – «Questo momentaccio non da Inter non può durare ancora. E’ stato fatto un gran mercato malgrado i paletti dell’UEFA e Mancini e la società ci hanno dato obiettivi ben precisi. Lasciateci vincere due o tre gare consecutive e tutto cambierà, troveremmo la convinzione che siamo da primi posti. E’un problema mentale».

MANCINI DA SUBITO – «Che Mancini abbia iniziato già a luglio fa tutta la differenza del mondo. Ha carisma ed esperienza. Ora ha scelto i suoi uomini, può indicarsi la strada per tornare ai vertici. Non firmerei per il terzo posto. Dobbiamo tornare in Champions, ma niente proclami scudetto. Zitti e pedalare».

LA JUVENTUS – «La Juventus non sarà più la stessa, ma aver vinto per tanti anni fa di loro comunque i favoriti. Il mercato dice che sono un po’ più vicini»

IL MILAN – «Il Milan sta costruendo una buona squadra. Bacca mi piace molto, è impressionante in attacco. Si muove benissimo anche senza palla. Il suo arrivo e quello di Mihajlovic sono pesanti. Ho sempre stimato Sinisa, anche da giocatore».

NIENTE COPPE – «Non avere le coppe ci aiuterà, avremo testa e gambe solo per il campionato. Ma non giocarle mi fa arrabbiare, sono grandi manifestazioni».

SU PALACIO – «Palacio sano e riposato è una risorsa importante. E’ sempre stato tra le anime silenzione del gruppo. Può aiutare tantissimo coi suoi gol e col sacrificio anche in difesa».