Gabigol: “Inter top in Italia, felice di essere qui! Icardi e ruolo…”

Articolo di
22 settembre 2016, 17:05
Gabigol

E’ appena terminata la conferenza stampa di presentazione all’Inter di Gabriel “Gabigol” Barbosa, attaccante brasiliano acquistato dal Santos. Ecco il contenuto ripreso in diretta da Inter-News.it

Qualche compagno ti ha riservato un’accoglienza speciale in questa settimana?
Sono stati tutti gentile con me, tutti di tutte le nazionalità: mi sono sentito veramente a casa. Sono contento di come sono stato accolto e sono ansioso di esordire e giocare con i miei nuovi compagni.

Dove può arrivare questa Inter?
Spero possa vincere tutto: l’Inter è una grande squadra, ha un grande progetto e un grande allenatore. L’importante è vincere.

Alla fine hai dovuto scegliere l’Inter rispetto a quale altra squadra?
L’Inter è sempre stata la mia prima opzione per l’affetto mostratomi subito. Avevo offerta da tutta Europa, Inghilterra, Spagna e sempre dall’Italia, ma con rispetto per tutti, sono sicuro di essere arrivato nella squadra più importante d’Italia e sono felice di questa scelta.

Hai parlato con Icardi e pensi di essere un buon partner d’attacco per lui?
L’Inter non ha solo Icardi, ma tantissimi altri attaccanti come Eder. Icardi è un idolo, lo seguivo in Brasile: segna sempre! E’ importante che tutti gli attaccanti diano un grande contributo alla squadra.

Qual è la tua condizione e sei già pronto per giocare contro il Bologna?
Mi sono allenato molto dopo un periodo di riposo e tante partite consecutive. Mi sento in buona condizione e pronto per giocare.

Che impressione hai avuto del campionato italiano?
Ho visto grandi differenze con il Brasile: c’è più tattica e contatto. Ci sono tante buone squadre, ma noi siamo una grande squadra. Siamo allenati e concentrati per giocare partite importanti.

Cosa prometti ai tifosi?
Prometto sempre grande motivazione e impegno, l’importante è che i nostri tifosi ci sostengano sempre.

Hai rifiutato offerte importanti per l’Inter: questo è un punto di partenza o di arrivo?
Sì, l’offerta della Cina era astronomica… Sono contento di essere all’Inter.

Hai già avuto contatti con de Boer parlando del tuo ruolo in campo e cosa puoi dare a questa Inter?
Si, ho avuto un contatto via telefono con de Boer. Non è importante dove giocherò, ma è importante aiutare la squadra e fare sempre meglio.

Hai parlato con Ronaldo prima di approdare all’Inter?
No, ho parlato molto con Coutinho in Nazionale. Ho avuto buone referenze sull’Inter, sono contento che Ronaldo mi abbia augurato buona fortuna.

In che ruolo preferisci giocare?
Decide l’allenatore, io posso giocare in qualsiasi posizione in attacco. Sono desideroso di giocare per aiutare la squadra.

Dopo quelli del 2010, vuoi essere il prossimo brasiliano a scrivere la storia dell’Inter?
E’ un’altra era: quelli (in particolare Julio Cesar, Lucio e Maicon, ndr) erano grandi giocatori, hanno vinto tanto lottando moltissimo in campo. Anche io voglio lottare al massimo e fare tanti gol, ma non sono la stella della squadra: ci sono già Icardi, Miranda, Melo e altri grandi giocatori, io sono solo uno dei tanti.

Vieni da un’estate piena di impegni, seguirai ancora un programma personalizzato?
Ho avuto Copa America, Olimpiadi e Copa Libertadores: ho bisogno dei miei tempi, verrò seguito da un fisioterapista. L’Inter mi ha dato il tempo di riposare: sono in forma e molto concentrato sul da farsi.

Chi ti starà vicino in questa nuova avventura?
E’ un cambiamento importante, avrò con me famiglia e amici.

Vuoi essere protagonista subito o bisogna aspettare qualche mese di ambientamento?
L’Inter è stata sempre la mia prima opzione nonostante abbia avuto tante offerte, che mi hanno reso contento. L’Inter ha un grande progetto. Quello che conta è dare una mano e imparare, facendo il necessario per i compagni per vincere sia in Serie A sia nelle altre competizioni.

Cosa ti accomuna a Ronaldo?
Sono contento, è un giorno speciale per me. Non mi piacciono i paragoni, io sono Gabriel Barbosa. L’Inter è un grande club con grandi tifosi, voglio fare la storia di questa società.

ORE 16.42 – Inizia la conferenza stampa ufficiale di Gabigol.

ORE 16.40 – Ecco Piero Ausilio: «Volevo ricordare una cosa accaduta un anno fa e che mi è venuta in mente ora, trovandoci qua. Tronchetti Provera un anno fa ci chiedeva di spiegare quale fosse la filosofia della nuova Inter e quale fosse la nuova idea sul mercato, che non era facile in tempi di Fair Play Finanziario, ma ora qualcosa fortunatamente è cambiato… Voleva un sogno e mi ha chiesto di trovare buoni giocatori adatti al progetto dell’Inter per realizzare un sogno, ma in particolare individuare un giocatore che rappresentasse il sogno della nuova Inter: sono sicuro che Gabigol può rappresentare questo sogno. Sta a lui dimostrarlo in campo, ma posso assicurare che ha talento e umiltà: è un ragazzo serio, ama lavorare e ha voluto l’Inter a tutti i costi, nonostante ci fosse grandi club su di lui. Questo sogno è stato possibile realizzarlo grazie al gruppo Suning e grazie all’Inter ovviamente: ora il sogno può diventare realtà».

ORE 16.38 – Tra gli applausi, arriva sul palco Gabriel “Gabigol” Barbosa, accolto da Ausilio. Foto di rito con la maglia numero 96 e prime parole, dopo essere stato invitato da Tronchetti Provera a fare subito gol: «Sono molto contento di essere qui. E’ un giorno molto speciale: mi fa piacere entrare a far parte della storia dell’Inter. Sono onorato, ringrazio tutti, a partire dalla mia famiglia. Forza Inter!».

ORE 16.35 – Poi spazio a Marco Tronchetti Provera: «E’ un giorno molto speciale: dopo circa 20 anni abbiamo il piacere con Inter e Pirelli di presentare un altro brasiliano. Per Gabigol sarà una bella responsabilità, il suo predecessore era Ronaldo, che oggi compie 40 anni: auguri e complimenti a lui. A Gabigol non mettiamo pressione, nominando Ronaldo non gli ho messo pressione (ride, ndr). Ringrazio tutti, anche Steven Zhang, che deve restare a Milano perché la società ha bisogno di stare a Milano». In seguito video di presentazione realizzato da Pirelli per Gabigol.

ORE 16.30 – Parola a Robert Faulker: «Benvenuti alla presentazione ufficiale di Gabriel Barbosa, soprannominato Gabigol. Lo accogliamo come giocatore dell’Inter oggi. Siamo onorati di essere in questa sala, ringraziamo il Dottor Tronchetti Provera, che ci ha ospitato. Ringraziato tutta Pirelli e l’Inter, incluso Steven Zhang, e tutti i partner dell’Inter, i dipendenti Pirelli e gli ospiti di Inter Club. Grazie a tutti».

0RE 16.00 – L’inizio della conferenza è ormai posticipata di circa mezz’ora rispetto alle ore 16.00 fissate, Gabigol sta per arrivare presso l’Auditorium Pirelli, dove si terrà la sua presentazione ufficiale da giocatore dell’Inter. Attesi anche Tronchetti Provera – padrone di casa -, Ausilio, Javier Zanetti, Michael Bolingbroke e Steven Zhang.

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.
Andrea Turano
Nato nell’era Bagnoli, ma svezzato da Simoni, vive la sua vita in nero e azzurro. Parla di Inter ventiquattro ore al giorno, nel tempo libero si limita a scrivere, sempre di Inter. Sogna di lasciare un ricordo indelebile nella storia della Beneamata, come Arnautovic. E’ un tifoso sfegatato come tanti, ma obiettivo come pochi.