Eder: “L’Inter prima di tutto, dobbiamo essere più squadra”

Articolo di
25 luglio 2017, 13:16
Eder

Eder, intervistato dall’inviato di Premium Sport Marco Barzaghi, è convinto che Luciano Spalletti sia l’allenatore giusto per aiutare l’Inter a tornare al top sottolineando però l’esigenza da parte di tutta la squadra di impegnarsi maggiormente.

PRIMA L’INTER – «Al di là del caldo e del campo abbiamo cercato di mettere in campo i concetti che vuole il mister, quello che abbiamo visto in questo primo periodo di ritiro e penso che come ha detto anche il mister che stiamo cercando di costruire una squadra forte che sa quello che vuole fare e in queste due partite abbiamo cercato di mettere questo in campo. Spalletti? Allenatore molto bravo, la sua carriera parla per sé, un allenatore che per noi attaccanti è molto bravo perché comunque cerca la verticalizzazione, vuole punte sempre pronte e stiamo cercando di mettere in campo quello che ci chiede e anche ieri abbiamo messo in campo un po’ dei suoi concetti. Il ruolo? Penso che siamo in tanti lì davanti, tutti utili e tutti dobbiamo sacrificarci perché sappiamo come è andata l’ultima stagione e nessuno vuole ripetere la stagione dell’anno scorso, dobbiamo migliorare e per farlo prima di tutto dobbiamo essere squadra pensando all’Inter e non ai singoli, in questa prima parte di ritiro il mister è stato molto preciso su questo e siamo sulla strada giusta. Se voglio restare? Sì. Differenza la fa chi c’è già e non i nuovi arrivi? L’ho sempre detto, siamo una squadra forte, si parla di mercato è normale ma abbiamo già una squadra forte, l’anno scorso non è andata bene per nessuno e tanti di noi, io compreso, dobbiamo dimostrare di più, se arrivano giocatori importanti è normale che fa piacere perché ci aiuterebbero a raggiungere questo obiettivo».