De Boer: “Smesso di giocare, la squadra non voleva vincere”

Articolo di
16 ottobre 2016, 18:07
de Boer

Frank de Boer ha commentato in conferenza stampa un’altra rovinosa sconfitta, l’1-2 contro il Cagliari. L’allenatore olandese se l’è presa con l’atteggiamento della squadra, che dopo il vantaggio di João Mário si è bloccata e ha permesso il ritorno degli avversari.

ARRESI«Normalmente passiamo sempre in svantaggio, oggi abbiamo fatto gol prima noi e poi non so, dopo il nostro gol abbiamo dimenticato di giocare. Per me questo è stato il problema di oggi, non aver attaccato l’avversario. Abbiamo lasciato giocare l’avversario, con il Cagliari non può succedere. Abbiamo avuto poca fortuna nei due gol con una deviazione però per me non è la ragione per cui abbiamo perso la partita, perché la prima parte per me è stata abbastanza buona, abbiamo fatto tanti cross e nella mia storia come allenatore venti cross sbagliati significano che dobbiamo migliorare la presenza nell’area di rigore avversaria. Dopo il nostro gol abbiamo smesso di giocare, non ho visto una squadra che vuole vincere, perché normalmente l’intenzione è differente, come contro la Juventus ma lì è normale essendo una partita speciale. Ho detto più volte ai miei giocatori che è più importante contro squadre non così grandi come la Juventus, non so se è paura ma dobbiamo cambiare, abbiamo fatto bene settanta minuti e poi abbiamo smesso di giocare, con una squadra con così tanta qualità non può succedere».

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.

Riccardo Spignesi

Studente (ancora per poco) all’Università Statale di Milano. Redattore anche per SpazioCalcio.it e BetClic, estremamente fissato con il calcio.