De Boer: “Novità? Basta! Difficile all’Inter dopo Mancini, ma…”

Articolo di
28 settembre 2016, 13:13
de Boer

Frank de Boer – intervistato dall’emittente olandese Nos come riportato dalla versione online della “Gazzetta dello Sport” – racconta il suo inizio all’Inter un mese e mezzo dopo l’arrivo

INIZIO “LENTO” – Non ha paura del passato, ma Frank de Boer rispetta la storia: «Un olandese che vuole spiegare il mestiere agli italiani? Beh, non potevo di certo entrare come un elefante in una cristalleria. L’Italia è stata campione del mondo nel 2006…. Mi sto muovendo passo dopo passo. Non è stato un inserimento facile, ho dovuto prendere il posto di un tecnico italiano (Roberto Mancini, ndr). Ho trovato a Milano subito un sacco di pressione su di me e tutti che mi guardavano con la bocca aperta».

BASTA CHIACCHIERE, OBIETTIVO VINCERE – «Prima dobbiamo trovare una buona base. Mi sta un po’ stancando parlare delle novità che avrebbe portato il nuovo allenatore. Adesso penso solo all’Inter. Abbiamo fatto il meglio all’Ajax e vogliamo fare il meglio all’Inter. Questo è l’obiettivo e qui sono davvero vincenti».

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.
Andrea Turano
Nato nell’era Bagnoli, ma svezzato da Simoni, vive la sua vita in nero e azzurro. Parla di Inter ventiquattro ore al giorno, nel tempo libero si limita a scrivere, sempre di Inter. Sogna di lasciare un ricordo indelebile nella storia della Beneamata, come Arnautovic. E’ un tifoso sfegatato come tanti, ma obiettivo come pochi.