De Boer a Sky: “Siamo migliorati ma possiamo fare di più”

Articolo di
28 agosto 2016, 20:48
Biabiany de Boer

Il tecnico dell’Inter Frank de Boer è stato intervistato da Sky Sport al termine del match contro il Palermo terminato sul risultato di 1-1 grazie alle reti segnate da Andrea Rispoli (con deviazione decisiva di Davide Santon) e Mauro Icardi.

MIGLIORAMENTI – «Venivamo da lontano e da una situazione difficile, penso che sia andata molto meglio rispetto alla scorsa settimana, abbiamo creato occasioni per poter vincere 3-1 o 4-1. Loro hanno segnato al primo tiro e quindi siamo stati anche un po’ sfortunati. Per giocare come vogliamo dobbiamo ancora lavorare tanto, ci sono tanti dettagli da considerare e non si può pretendere che la squadra riesca a comprenderli in dieci giorni. Sono dettagli che magari si curano nel pre-campionato e invece noi dobbiamo curarli quando già ci sono dei punti in palio. Ci sono stati dei miglioramenti. Possiamo giocare molto meglio e dobbiamo crescere fisicamente. La condizione fisica? E’ importante migliorarla ma facciamo anche tanti passaggi che non sono necessari perché i giocatori non sono pronti per fare la scelta migliore ma nuovamente, abbiamo fatto molto meglio dell’altra volta. Ho fatto i complimenti ai ragazzi per l’energia che hanno messo in campo e quando cresceremo fisicamente potremmo migliorare anche in quei dettagli di cui parlavo. Analizzeremo la partita insieme al mio staff e ai giocatori. Idea di calcio tropo ambiziosa? No. Se guardate le statistiche abbiamo dominato la partita, possiamo giocare molto meglio e sono convinto che se riusciremo a giocare come voglio io faremo tanti punti e miglioreremo di settimana in settimana. Messaggio ai tifosi? Devono essere pazienti, all’Inter c’è la pressione di dover conquistare ogni volta i tre punti ma sono convinto che miglioreremo di settimana e in settimana. E’ ovvio che un punto in due partite non è abbastanza per un club come l’Inter ma devono essere pazienti e continuare a supportarci anche quando le cose non vanno bene. Candreva in panchina? Abbiamo tre buoni giocatori da poter schierare sulla fascia (lui, Perisic ed Eder ndr.), fisicamente non è pronto per giocare 90 minuti, la scorsa settimana ha giocato titolare e questa volta ho puntato su Perisic. Devo fare delle scelte. Quando è entrato ha fatto bene e sono contento perché mi aspetto il 100% anche da chi subentra. Brozovic? E’ un calciatore fantastico e fa parte della squadra. Altri rinforzi? Dobbiamo aspettare, questa è una discussione che avrò con il direttore sportivo Piero Ausilio».

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.
Riccardo Melis

Riccardo Melis

Riccardo Melis (Cagliari, 1990), studente universitario quasi laureato (si spera) in Scienze della Comunicazione; adora leggere, parlare e sopratutto scrivere di calcio e cinema. Tifoso dell’Inter da quando aveva otto anni, ha superato brillantemente i suoi primi anni di tifo, più neri che azzurri, senza che la sua fede verso questi colori fosse scalfita di una virgola.