De Boer a IC: “Alcuni giocatori hanno fatto male. Troppi errori”

Articolo di
16 settembre 2016, 00:12
De Boer indicazioni

Anche nell’intervista a Roberto Scarpini di Inter Channel Frank de Boer ha ripetuto alcuni concetti chiave già espressi nella conferenza stampa. Il tecnico punta il dito sui tantissimi errori in fase d’impostazione e ritiene che solo evitandoli si possa migliorare il gioco e non fare ulteriori figuracce come quella di stasera.

PALLEGGIO INGUARDABILE«Credo che si siano persi troppi palloni soprattutto nei primi venticinque minuti anche perché abbiamo cercato giocate difficili, dobbiamo giocare sugli uomini liberi. Dopo il 25′ siamo stati molto pericolosi, abbiamo preso un palo e loro non hanno più attaccato. Nel secondo tempo l’inizio è stato positivo ed eravamo in controllo, poi abbiamo preso gol su una punizione con Jeison Murillo a terra. È deludente controllare la gara e non riuscire a vincere, abbiamo sbagliato dopo lo 0-1 e quando hanno raddoppiato era troppo tardi».

ROTAZIONE NECESSARIA«Tutti i giocatori dell’Inter sono in grado di giocare, è chiaro che si vorrebbero fare pochi cambi ma ogni tanto è necessario. Se voglio João Miranda in forma devo preservarlo, è tornato da un lungo viaggio col Brasile con la febbre, anche Davide Santon ha qualche problema e giocando ogni tre-quattro giorni per le prossime settimane siamo costretti a prendere qualche precauzione. A causa del fair play finanziario non abbiamo potuto nemmeno mettere giocatori importanti in lista e Ivan Perišić ha avuto un piccolo problema fisico. Alcuni giocatori non hanno fatto bene rispetto al loro standard, questo è il calcio, anche la Roma ha fatto tanti cambi e queste sono scelte da fare. Se guardiamo le tante palle facili perse non riguarda nessuna linea di passaggio o altre cose, sono errori gravi che abbiamo fatto soprattutto nei primi venticinque minuti. Non abbiamo fatto le scelte giuste, i giocatori sanno di poter fare molto meglio e dovranno lavorare di più per arrivare al loro livello. Sappiamo che dobbiamo rialzare la testa per la partita di domenica contro la Juventus che è molto importante, mi aspetto molto di più e nonostante loro siano molto forti sono convinto che anche noi lo siamo».

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.

Riccardo Spignesi

Studente (ancora per poco) all’Università Statale di Milano. Redattore anche per SpazioCalcio.it e BetClic, estremamente fissato con il calcio.