Candreva: “Voglio vincere qui. EL? Chiediamo scusa ai tifosi”

Articolo di
16 dicembre 2016, 10:43
Candreva

Intervistato in esclusiva dal “Corriere dello Sport – Stadio”, Antonio Candreva si è scusato con i tifosi per la brutta prestazione della squadra in Europa League, ribadendo poi come adesso l’obiettivo sia raggiungere la zona Champions

ZONA CHAMPIONS – «La zona Champions è un obiettivo difficile, ma possiamo raggiungerla perché ci sono diverse squadre che sono davanti a noi, ma siamo l’Inter e abbiamo l’obbligo di andare in Champions League. Dobbiamo puntare al massimo e dare continuità alla vittoria contro il Genoa. E’ tanto che lo diciamo ed è arrivato il momento di avere un rendimento costante».

SASSUOLO DIFFICILE – «L’Inter nelle ultime gare in trasferta contro il Sassuolo non ha fatto benissimo e non ha ricordi positivi. Ho letto che loro hanno qualche infortunato, ma in Serie A non ci sono mai incontri semplici. Il Sassuolo è una squadra preparata bene e poi giochiamo in un orario “difficile”. Adesso non è il momento di fare calcoli e dobbiamo scalare posizioni in classifica».

LAZIO, SFIDA SPECIALE – «La sfida con la Lazio è sicuramente speciale per me. Le 5 stagioni in biancoceleste sono state indimenticabili, le più belle della mia carriera calcistisca. A Roma ho lasciato tanti amici e tanti ricordi positivi. Sarà una gara difficile anche perché la Lazio è sopra di noi in classifica e sta disputando un campionato straordinario. Noi però dobbiamo batterla perché è una delle dirette concorrenti per un posto in Europa».

EUROPA LEAGUE, SCUSA AI TIFOSI – «Cos’è andato storto in Europa League? Che in 6 partite del girone siamo scesi in campo… due volte e mezzo e così non va bene. Chiediamo scusa ai nostri tifosi per la brutta figura in campo internazionale e adesso dobbiamo concentrarci sul campionato e sulla Coppa Italia per riscattarci».

VINCERE ALL’INTER – «Il mio più grande desiderio è vincere con la maglia dell’Inter. Entrare in questo centro sportivo e vedere la foto di Zanetti che alza la Champions a Madrid mi dà ogni volta i brividi e mi ricorda che sono in un ambiente vincente. Qui ci sono tutte le condizioni per togliersi delle soddisfazioni e adesso sta a noi. Io ci credo: possiamo aprire un grande ciclo».