Ausilio: “Spalletti all’Inter per tanti anni, oggi conta solo l’Italia”

Articolo di
13 novembre 2017, 13:24
Ausilio

Il direttore sportivo dell’Inter Piero Ausilio ha parlato del futuro di Luciano Spalletti e del match di questa sera tra Italia e Svezia nel corso dell’intervista concessa all’inviato di Sky Sport Alessandro Alciato.

STESSE TENSIONI – «Pensavo di affrontare almeno questa in modo più rilassato perché gioca l’Italia e non l’Inter però le tensioni sono le stesse. E’ una partita che sentiamo tutti, siamo qua tutti per tifare Italia e quest’oggi c’è solo un colore ed è quello azzurro dell’Italia. Non c’è modulo, nomi o schema, bisogna vincere la partita e basta. Non ho vissuto con i ragazzi questi giorni però ci sono delle situazioni uguali per tutti: massima attenzione, pazienza, forza e saper cogliere il momento giusto che arriverà cercando di prendere meno rischi possibili. L’andata? Non l’ho seguita bene perché ero a cena: è stata una partita molto particolare e difficile. Il gol è arrivato in modo un po’ strano, oggi sarà una cosa diversa; ne sono convinto. Il 3-5-2? In tre giorni non ti puoi inventare nulla, se hanno impostato le partite su questo schema è giusto confermarlo. Al di là del modulo dovranno andare tutti nella stessa direzione. Spalletti in Nazionale? Ce lo teniamo ben stretti noi, sarà l’allenatore dell’Inter per tantissimo tempo. Io sono convinto che il problema non sia l’allenatore, la squadra è arrivata un po’ tesa ma Ventura è un grande allenatore e sono convinto che oggi lui e tutta la squadra faranno molto bene».