Ausilio: “Sfogo Spalletti? Temi che conosco! Bernard-De Vrij…”

Articolo di
18 marzo 2018, 12:36

Piero Ausilio ha parlato ai microfoni di Premium Sport prima del fischio d’inizio di Sampdoria-Inter, lunch match della 29^ giornata di Serie A: di seguito le dichiarazioni del Direttore Sportivo nerazzurro

SVINCOLATI – «La Champions passa anche da Genova, ma sono undici partite decisive e non possiamo più permetterci di regalare nulla. Massimo Ferrero dice che compreremo ancora dalla Sampdoria? Ferrero è un caro amico, c’è amicizia ma abbiamo già dato alla Sampdoria e nel calcio bisogna anche sapersi accontentare. Ho un affetto particolare per il Presidente Ferrero, c’è un feeling particolare fatto di affetto e stima perché stanno facendo un grandissimo lavoro. Io presente all’Olimpico per osservare Bernard? È vero che ero all’Olimpico per Roma-Shakhtar, ho visto una bella partita di Champions e sono felice da italiano. Non escludo che in futuro possa ritornare a vedere partite del genere, non c’è un interesse particolare di mercato dietro cose di questo tipo. Bernard svincolato? È che ci sono troppi svincolati a giugno e dobbiamo stare bene attenti a quello che serve davvero all’Inter. Bernard è un ottimo calciatore ma l’Inter ha altrettanti bravi calciatori, abbiamo una squadra che sicuramente va migliorata ma senza perdere di vista i valori e le qualità dei nostri calciatori. Con il mister stiamo già valutando e vedremo cosa fare».

TEMI CONOSCIUTI – «Lo sfogo di Luciano Spalletti sulla qualità della rosa? Nulla di particolare perché intanto secondo me non era uno sfogo ma un’analisi, una presa di coscienza davanti a due squadre molto diverse. È chiaro che il gioco del Napoli esalti di più certe caratteristiche ma il mister voleva dire cose più generiche, poi io lo vedo sempre e quando parla di qualità so cosa vuole dire. Non intende solo qualità tecnica, ma anche mentalità e altri fattori. Non sono rimasto sorpreso perché questi sono temi che affrontiamo tutti i giorni. Stefan de Vrij sta per firmare con l’Inter? Degli altri calciatori non parlo, ci sono opportunità sul mercato e cercheremo di cogliere qualche buona occasione. Prima di rinunciare ai nostri grandi calciatori bisogna fare tante valutazioni, nessuno si vuole nascondere ovviamente perché de Vrij è un ottimo calciatore ma da qui a dire che sarà un calciatore dell’Inter ce ne passa».