Ausilio: “Ecco cosa deve fare Icardi. Brozovic resta. Jovetic…”

Articolo di
28 agosto 2016, 18:01
ausilio

Piero Ausilio parla ai microfoni di Premium Sport prima di Inter-Palermo: il Direttore Sportivo nerazzurro chiarisce la situazione di Mauro Icardi e parla di Marcelo Brozovic e Stevan Jovetic, dati in partenza da Milano. Di seguito le sue dichiarazioni

PROPRIETÀ GENEROSA – «Gabigol è stato preso per dare qualcosa di diverso, ci sarà da divertirsi e sara un bell’impegno per de Boer trovare una soluzione migliore con tanti attaccati diversi e di qualità. Il FPF? Io ho dato il mio parere tecnico, altri invece si sono preoccupati di vedere come realizzare queste operazioni. Fino a qualche giorno fa pensavo anche io fosse difficile ma abbiamo una proprietà generosa e che vuole supportare l’Inter a crescere sempre di più. Se sono possibili operazione tramite lo Jiangsu? Non lo so, io mi occupo solo dei giocatori dell’Inter. Penso sia stata costruita una rosa competitiva, dobbiamo trovare identità di gioco e fare risultati. Se arriva un difensore? Non penso, abbiamo Andreolli che sta recuperando e in Serie A ha sempre fatto bene e abbiamo Medel che garantisce la possibilità di fare più ruoli, tra l’altro anche quello di difensore centrale come fa benissimo in Nazionale».

ICARDI E MERCATO IN USCITA – «Se è vero questo input di Suning di non dare giocatori alla Juve tipo Brozovic? A me non piacciono le dichiarazioni forti, dico solo le cose come stanno. Ho sempre detto che Icardi non sarebbe andato via e nessuno mi ha creduto. Brozovic è utilissimo all’Inter, probabilmente deve essere più sereno e tranquillo e sentirsi più dentro al progetto, ma tra pochi mesi sarà così. Quindi resta? Direi di sì. Jovetic alla Fiorentina? Ci sono possibilità, ne stiamo parlando e non è una cosa che mi sento di escludere. Se è un problema che il capitano dell’Inter sia coinvolto in rumors di mercato? Le cose stanno in modo diverso, c’è stata tanta mediaticità ma non da parte di Icardi, forse solo da qualcuno vicino a lui. Icardi non l’ho mai considerato fuori dal nostro progetto, Mauro ha sempre parlato con me da capitano dell’Inter. Poi magari fa piacere sapere che gode di apprezzamento, ma Mauro sa che l’Inter è il suo presente e soprattutto il suo futuro. Abbiamo iniziato a parlare del nuovo contratto e abbiamo chiesto di abbassare i toni mediatici, nessuno ha mai negato a Mauro la possibilità di un nuovo contratto. Il mio futuro? Penso che sia l ultimo dei miei problemi, ho un contratto che scade a giugno 2017 e ci sarà tempo per parlarne».

 

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.
Viviana Campiti

Viviana Campiti

Nata e cresciuta in Calabria, dove si laurea in Scienze dell'Educazione. Amante del calcio in tutte le sue forme, dalla Terza Categoria alla Serie A. Interista per predisposizione naturale e onestà intellettuale. Pazza come Maicon, passionale come Stankovic, fedele come Zanetti. Nel tempo libero ama il cinema, ma soprattutto scrivere.