Ausilio: “A gennaio non faremo chissà che. Siamo forti così”

Articolo di
16 dicembre 2015, 22:06
Ausilio

Intervistato da “Sky Sport” il Direttore Sportivo nerazzurro Piero Ausilio commenta l’ottimo avvio di stagione dell’Inter, conferma l’interesse per Jonathan Calleri e ricorda i motivi che portarono all’esonero di Mazzarri. Ecco le sue parole riportate da “gianlucadimarzio.com”

STAGIONE – “Abbiamo fatto tutto quello che c’era da fare d’estate, abbiamo lavorato tanto. Il mercato invernale verrà affrontato con più serenità, non c’è bisogno di fare chissà quale intervento. Abbiamo fatto una bella squadra, un bel gruppo. Non credevamo di inserire con tanta facilità 11 elementi nuovi, i risultati sono arrivati da subito, bravo il mister con i ragazzi. Non abbiamo fatto però ancora nulla, vedremo solo a maggio”.

CALLERI – Lo seguiamo, nulla di più, sento e leggo tante cose, non nego che lo seguiamo, è un profilo interessante, ma non c’è nulla di più″.

MAZZARRI – “L’anno scorso c’era una situazione particolare, ambientale, non che l’allenatore lavorasse male, non che ci fossero problemi nella gestione del gruppo, si lavorava bene in settimana, ma a livello ambientale c’era un clima surreale, arrivare nel proprio stadio e sentire contro l’ambiente che non è lì per sostenerti non aiuta. Era subentrato un senso di sfiducia e non convinzione da parte del tecnico che ci ha fatto prendere questa decisione, questo non perché non fosse bravissimo, lo ha dimostrato. Ci tengo a sottolineare che abbiamo deciso perché abbiamo provato a prendere Mancini, non ci fosse stata una scelta così importante saremmo andati avanti con Mazzarri. Non valeva la pena cambiare se non per un allenatore così importante e internazionale“.