Vulpis: “De Boer-Inter OK, Mancini paga per Thohir. Wanda…”

Articolo di
9 agosto 2016, 00:27
Marcel Vulpis

Marcel Vulpis – Direttore di “Sport Economy” – durante la diretta di “Speciale calciomercato” su Sportitalia si espone sulle due principali vicende nerazzurre: il ribaltone in panchina e la trattativa per il futuro di Icardi a cura della moglie-manager Wanda

CAMBIO SUNING ANNUNCIATO – Per Marcel Vulpis i motivi alla base del clamoroso cambio in panchina sono da ricercare esclusivamente nel precedente cambio di proprietà: «Frank de Boer è un allenatore che ha fatto bene con l’Ajax: è una persona capace, viene da un’esperienza importante in ambito calcistico, sa cosa fare in una grande squadra come l’Inter. Roberto Mancini ha pagato l’essere stato legato alla gestione Erick Thohir e con il nuovo azionista è normale che si voglia imporre la nuova strategia a tal punto da scegliere uomini diversi rispetto alla precedenza società: il cambio in panchina non mi ha stupito, mi avrebbe meravigliato se Mancini fosse rimasto».

WANDA NARA OVUNQUE – «Mancini è un grande allenatore, ma l’ultima stagione dell’Inter non l’ho capita molto: era prima e poi a metà si è persa. Mancini non ha saputo gestire lo spogliatoio e all’Inter sei condannato a vincere, per questo era ben pagato e ha preso anche una ricca buonuscita per andare via. Così è un addio meno doloroso rispetto ad altri. Non so interpretare l’ultimo messaggio di Wanda Nara (moglie-manager di Mauro Icardi, ndr), probabilmente era annoiata e voleva filosofeggiare un po’… Dopo aver visto Wanda Nara procuratore sportivo, in Italia c’è spazio per chiunque: apriamo le Academy Wanda Nara! Grandi spese sul mercato? Quando hai Massimo Moratti presidente è bello essere tifoso dell’Inter…».