Tronchetti Provera: “Gabigol 20 anni dopo Ronaldo! L’Inter…”

Articolo di
22 settembre 2016, 18:23
Tronchetti Provera

Marco Tronchetti Provera – Amministratore Delegato di Pirelli e persona da sempre legata all’Inter fin dall’era Moratti – ai margini della presentazione di Gabigol prima parla ai presenti del neo acquisto brasiliano, poi si ferma a parlare ai microfoni di “Inter Channel”, trattando anche temi legati al passato e al presente

GABIGOL DOPO RONALDO – Padrone di casa al Auditorium Pirelli, Marco Tronchetti Provera dà il benvenuto all’ultimo arrivato in casa nerazzurra: «E’ un giorno molto speciale per me: dopo circa vent’anni con Inter e Pirelli abbiamo l’occasione di presentare un altro grande brasiliano. Per Gabriel “Gabigol” Barbosa sarà una grande responsabilità: l’ultimo brasiliano che ho presentato, se non ricordo male, si chiamava Ronaldo, che proprio oggi compie 40 anni: auguri e complimenti a lui! A Gabigol non mettiamo pressione, deve solo giocare come sa giocare: nominando Ronaldo, non gli ho messo pressione (ride, ndr). Sono felice, vedo tutti contenti, compresi dipendenti e collaboratori di Pirelli che tifano Juventus: non so perché, mi fa piacere, sarà che siamo a metà settimana… Fosse stato lunedì, sarebbe stato diverso credo (ride, ndr). Ringrazio tutti e ringrazio Steven Zhang, che deve sempre stare a Milano, perché la società ha bisogno che i nuovi proprietari stiano a Milano. L’Inter come squadra darà il massimo, ma la società deve stare qui».

SOGNO INTER – «Continuiamo un bel cammino che dura da più di vent’anni, con un bel giovane pronto a cominciare la sua avventura a Milano. E’ una soddisfazione per tutti: per l’Inter, per Milano e per il calcio italiano è una giornata importante. E’ un sogno avere Gabigol così com’è un sogno avere questo Mauro Icardi e l’Inter vista contro la Juventus, mettendo in campo cuore e qualità. Una parte del sogno si sta realizzando, Gabigol può dare a noi l’altra parte grazie alla freschezza che solo un giovane come lui può dare all’Inter di oggi. Un altro che ha dato grande soddisfazione come Ronaldo? Ho un’amicizia con Luis Figo, ma non dimentico Roberto Baggio e Alvaro Recoba che ci hanno dato grandi soddisfazioni, anche un grande Marco Branca quando è stato con noi facendo due stagioni straordinarie, poi Samuel Eto’o… E’ molto difficile fare un solo nome, tutti questi grandi giocatori hanno amato i colori dell’Inter: è stata la forza e il merito di Massimo Moratti, che ha trasmesso a tutti la passione per l’Inter. L’Inter di Frank de Boer mi sta piacendo: nelle ultime due partite e soprattutto contro la Juventus abbiamo rivisto l’Inter vittoriosa con un grande centrocampo».

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.
Andrea Turano
Nato nell’era Bagnoli, ma svezzato da Simoni, vive la sua vita in nero e azzurro. Parla di Inter ventiquattro ore al giorno, nel tempo libero si limita a scrivere, sempre di Inter. Sogna di lasciare un ricordo indelebile nella storia della Beneamata, come Arnautovic. E’ un tifoso sfegatato come tanti, ma obiettivo come pochi.