Trevisani: “Icardi in area si muove come un serpente. Fa paura”

Articolo di
19 ottobre 2017, 00:22
Riccardo Trevisani

In un servizio per il programma “L’Originale” il giornalista di Sky Sport Riccardo Trevisani, che domenica sera ha fatto la telecronaca del derby Inter-Milan 3-2, ha esaltato le doti da finalizzatore di Mauro Icardi, spiegandone i movimenti ed evidenziando i numeri quasi da record del capitano nerazzurro.

NON PERDONA MAI«Mauro Icardi si muove come un serpente nell’area di rigore: lo vedi o non lo vedi, sai però che c’è perché poi la palla entra in rete e il pubblico fa il boato. In area di rigore si muove come un fuoriclasse, nel derby i primi due gol sono tanto diversi ma tanto significativi della sua forza. Sul primo gol attacca la porta, si aspetta la palla di Antonio Candreva e fa 1-0, nell’altro gol si aspetta il lavoro di Ivan Perišić, si stacca dalla difesa che non lo marca e segna il 2-1. In entrambi i casi un attaccante davvero fenomenale, non ha neanche venticinque anni ed è vicino ai cento gol in Serie A: centosessantaquattro presenze e novanta gol segnati, novanta come il minuto del gol del 3-2. Facile per niente segnare su rigore se al 90’ hai di fronte tutta la curva nerazzurra che solo un anno fa ti criticava per il libro, che ti faceva tante polemiche per la tua vita extracampo e ti discuteva, invece ti ritrovi a poter segnare il gol che vale un derby, che vale il 3-2 al 90’. Al minuto novanta il gol numero novanta in Serie A, freddezza pazzesca Gianluigi Donnarumma da una parte e pallone da un’altra. Icardi fa paura, perché in area di rigore davvero non ci sono paragoni».