Trevisani: “Banega vede il calcio come pochi. Regista solo se..”

Articolo di
25 agosto 2016, 14:36
Banega

Riccardo Trevisani ha parlato a Sky Sport 24 di Ever Banega sostenendo che il ruolo di regista davanti alla difesa rischierebbe di limitarlo visto che l’argentino ha sempre dato il suo meglio quando gli è stata concessa la libertà di muoversi liberamente per il campo.

REGISTA MOBILE – «Faticava a trovare un ruolo. Il Siviglia gli ha dato sicuramente la migliore possibilità di esprimersi. Come giocava Ever Banega al Siviglia? Faceva il tuttocampista, cioè il Siviglia giocava attraverso una serie di fraseggi che andavano a sviluppare il gioco sull’esterno e il passaggio sull’esterno o il passaggio illuminante era sempre ad opera e firma di Ever Banega. Piantarlo in un ruolo secondo me non è la cosa ideale. Banega deve essere lasciato libero di andare per il campo, il guinzaglio tenuto molto stretto lo limita ed è un giocatore che non va assolutamente limitato perché ha un talento sconfinato e vede tracce di calcio che vede lui e pochi altri. Che sia un regista ma un regista in movimento, non uno fisso davanti alla difesa. La fissità è per i giocatori dai piedi storti non per Ever Banega».

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.
Riccardo Melis

Riccardo Melis

Riccardo Melis (Cagliari, 1990), studente universitario quasi laureato (si spera) in Scienze della Comunicazione; adora leggere, parlare e sopratutto scrivere di calcio e cinema. Tifoso dell’Inter da quando aveva otto anni, ha superato brillantemente i suoi primi anni di tifo, più neri che azzurri, senza che la sua fede verso questi colori fosse scalfita di una virgola.