Tregua tra Mancini e il Suning ma il nodo è sempre il rinnovo

Articolo di
29 luglio 2016, 14:48
Mancini

Secondo “La Repubblica” quella raggiunta ieri a New York tra Roberto Mancini e la nuova proprietà dell’Inter è una fragile tregua che non avrebbe quindi scongiurato una separazione entro l’inizio del campionato.

POSIZIONI INVARIATE – Il tecnico, in scadenza a giugno, continua infatti a chiedere un rinnovo triennale mentre il Suning al momento non è assolutamente intenzionato a discutere di un suo prolungamento. Nessuno dei due sembra però intenzionato a chiedere una separazione: Mancini non vuole dimettersi e rinunciare così a un anno di stipendio mentre la nuova proprietà sa che esonerandolo sarebbe costretto a versare una quindicina di milioni complessivi a lui e al suo staff per non fare niente (senza poi dimenticare i soldi che andrebbero investiti per il suo sostituto e i relativi assistenti). La speranza è ovviamente che l’arrivo di Antonio Candreva e quello di un altro centrocampista, oltre alla permanenza di tutti i titolari, possa tranquillizzare il Mancio per almeno qualche mese.