Teotino: “Esonero de Boer? Inevitabile. Hiddink-Inter…”

Articolo di
2 novembre 2016, 00:49
Teotino

Il giornalista Gianfranco Teotino ha parlato a “L’Originale” dell’esonero di Frank de Boer. A suo avviso l’allenatore olandese non sarebbe riuscito a rendere coeso il gruppo e per questo avrebbe avuto problemi. Come sostituto sponsorizzato il nome di Guus Hiddink, in quanto esperto nel ruolo di traghettatore.

TROPPE DIFFICOLTÀ«Non si può dirigere una società stando a Nanchino o Pechino, la vicinanza della società al settore tecnico e sportivo, alla squadra e all’allenatore, è sempre molto importante. Dopodiché, siccome credo che ogni squadra è costituita da venticinque giocatori che la pensano in modo diverso, il ruolo dell’allenatore è sempre molto importante per sistemarli e Frank de Boer non c’è riuscito. Anche dopo la vittoria contro il Torino nessun giocatore andò ad abbracciare de Boer. Esonero? Io credo che a questo punto fosse abbastanza inevitabile, si era creata una tale frattura tra lui e i giocatori, tra lui e la società. Anche le questioni disciplinari non credo che debbano essere demandate all’allenatore, anche la società deve sostenere l’allenatore e limitarlo in certi casi. Da un punto di vista di gioco credo comunque che quelle tracce di calcio olandese in realtà non si sono mai viste, non so che tipo di calcio volesse fare all’Inter de Boer. Il problema è capire qual è l’obiettivo principale dell’Inter. Guus Hiddink è un professionista ormai sul limite della pensione già intervenuto a salvare squadre che avevano una stagione già complicata ed è riuscito a farlo, costa molto».

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.

Riccardo Spignesi

Studente (ancora per poco) all’Università Statale di Milano. Redattore anche per SpazioCalcio.it e BetClic, estremamente fissato con il calcio.