Tavecchio: “Simpatizzo per l’Inter. Venti squadre sono troppe”

Articolo di
19 settembre 2016, 13:56
Tavecchio

Il presidente della FIGC Carlo Tavecchio ha parlato di una possibile riforma dei principali campionati italiani e della partita di ieri tra l’Inter e la Juventus nel corso del suo intervento nella trasmissione Radio Anch’io Sport della “Rai”.

CAMPIONATO EQUILIBRATO – La Serie A è a 20 squadre dalla stagione 2004/05 ma l’attuale numero uno del calcio italiano è convinto che riportandola a 18 aumenterebbe non solo il numero medio degli spettatori a partita ma anche la competitività delle nostre squadre all’estero avendo quattro incontri in meno da giocare durante la stagione: «Inter-Juve? Mi sono divertito. Io tifoso interista? Ho sempre avuto una simpatia per questa squadra. Sono contento perché il campionato ridiventa interessante e credo che l’Inter avrà la sua chance come la Roma, il Napoli e sopratutto la Juve. Il campionato ha bisogna delle grandi città: Torino, Milano, Roma, Napoli e anche il resto delle città come Bologna, Cagliari, Bari e Venezia; le città importanti devono essere in competizione. La Serie A si può migliorare? Tutto si può migliorare. Io penso che la Serie A, come le altre componenti professionistiche, debbano avere un ritocco da un punto di vista numerico. Naturalmente il campionato non può essere ridotto in uno o due anni ma si fa un piano quadriennale o triennale per portare il mondo dilettantistico e quello professionistico al loro posto. Questa è la madre di tutte le battaglie e ormai va presa in considerazione. Io credo che debba essere un campionato a 18 per la Serie A, a 20 per la Serie B e poi la Lega Pro a due gironi da 20».