Suning sceglie Sabatini, sarà coordinatore tecnico – GdS

Articolo di
11 maggio 2017, 09:48
Sabatini

La “Gazzetta dello Sport” presenta la figura di Walter Sabatini, nominato ieri ufficialmente coordinatore del Suning Sports Group. Il dirigente agirà come «regi­sta» all’Inter e si coordinerà con Piero Ausilio.

SUPERVISORE – Da ieri mattina è tutto ufficiale: Walter Sa­batini è il nuovo co­ordinatore tecnico del Suning Sports Group. A lui, insomma, Zhang Jindong ha affidato la supervi­sione dell’Inter e dello Jiangsu Suning (prevista a Nanchino la creazione di un’Academy), oltre a una serie di progetti che mira­no all’acquisizione di altri club europei, per sviluppare una si­nergia a livello soprattutto gio­vanile: si parla per esempio da tempo dell’interesse del gruppo cinese per un paio di squadre fra Portogallo (Gil Vicente) e Belgio (Mouscron), e occhio pure alla realtà Svizzera.

CONFLITTO? – Qui da noi emerge inevitabilmente la presunta o reale incompatibilità con la fi­gura di Piero Ausilio, direttore dell’area tecnica dell’Inter, con­tratto appena rinnovato e ade­guato fino al 2020. La casella del responsabile dell’area spor­tiva Suning andava riempita, lo sapevano tutti, anche a Milano. Ma un conto erano le candida­ture di Peter Kenyon e Frank Arnesen, figure più che altro amministrative; diverso il di­scorso sul fronte Sabatini, vero e proprio direttore sportivo co­me estrazione professionale, fra i migliori timonieri al mon­do nelle burrasche di mercato, uomo capace, di polso, soprat­tutto interventista. Una profes­sionalità di peso, sicuramente «ingombrante» per Ausilio, e certi equilibri vanno allora chiariti al più presto.

DS E REGISTA – Ausilio per contratto risponde della sua attività «solo alla proprietà, al presidente e all’amministra­tore delegato». Dal canto suo Sabatini, a questo punto vera e propria voce di Zhang a livello di attività sportive di Suning, non può non considerarsi diret­ta espressione della proprietà. Dunque, è ipotizzabile una lar­ga libertà di manovra per Ausi­lio, allo stesso tempo è però im­pensabile che la strategia gene­rale non venga dettata da Saba­tini, a partire dalla scelta dell’allenatore. Come dire: Au­silio d.s. puro, Sabatini «regi­sta» e voce del club davanti ai media.

CONTROLLO SUL MERCATO – Con questa scelta, che cade su un numero uno indiscusso, Su­ning pare voler avviare un pro­getto che coniughi le ambizioni di vittoria con lo sviluppo di una struttura che possa, nel tempo, garantire una posizione di forza sul mercato internazio­nale, specialmente quello dei giovani talenti. Sabatini dovrà coordinare il management di Inter e Jiangsu cooperando con il management preesistente, e rispondendo direttamente alla proprietà. Il connubio con Au­silio, visto anche l’eccellente rapporto personale che i due coltivano da anni, promette di garantire al club nerazzurro una notevole potenza di fuoco sul mercato, e almeno sulla car­ta dà alla struttura manageria­le del gruppo quella solidità che quest’anno è sembrata un po’ mancare, soprattutto nei momenti difficili.