Suning non ammette crolli, vuole l’Europa League – CdS

Articolo di
8 aprile 2017, 10:08

Il “Corriere dello Sport” scrive che Suning vuole assolutamente che l’Inter centri la qualificazione alla prossima Europa League, per una questione di brand, immagine e possibilità di vittoria.

SERVE LA QUALIFICAZIONE – Suning vuole assolutamente la qualificazione diretta alla prossima Europa League, “evento” certo con il quarto o con il quinto posto (se la Lazio non vincerà la Coppa Italia e arriverà dietro l’Inter). La sesta piazza vorrebbe dire terzo turno preliminare di Europa League tra fine luglio (27) e inizio agosto (3) con addio alla tournée in Cina, al derby con il Milan e all’ingaggio da oltre 3 milioni di euro garantito dalla Internacional Champions Cup. La settima significherebbe niente Europa.

NESSUN CROLLO – I soldi in arrivo dall’Uefa sono importanti, ma alla base del forte desiderio dell’Inter di confermarsi almeno in Europa League dopo la pessima figura fatta quest’anno nel proprio girone c’è soprattutto la voglia di Suning di esportare il proprio brand nel Vecchio Continente. Ecco perché in settimana, attraverso le parole di Pioli ma anche gli interventi dei dirigenti che i cinesi hanno riconfermato, la proprietà ha fatto sentire ai giocatori il suo messaggio forte: nessun calo di tensione e nessuna resa sono ammesse nelle ultime 8 giornate.

IMMAGINE – Giocare in Europa vuol dire tanto per il valore del brand: la prossima sarà la sesta stagione di fila dell’Inter fuori dalla Champions e il danno d’immagine è importante. Restare fuori anche dall’Europa meno nobile sarebbe un’ulteriore botta. Soprattutto per gli sponsor, attuali e papabili. Per non parlare di Suning e delle sue ambizioni di vincere in fretta un trofeo.







ALTRE NOTIZIE