Spalletti pensa a difendersi, e ci riesce – CdS

Articolo di
10 dicembre 2017, 12:23
Luciano Spalletti Inter-Fiorentina

Alberto Dalla Palma nel suo editoriale sul “Corriere dello Sport” fa il suo personale riassunto di Juventus-Inter. Spalletti organizza una gara difensiva che porta i suoi frutti: Allegri sbatte contro il muro nerazzurro.

INTER IN DIFESA – A Torino in Juventus-Inter è andato in scena uno 0-0 costruito da Spalletti, come a Napoli, più che da Allegri, l’unico dei due che avrà qualche rimpianto. L’Inter ha mantenuto la sua imbattibilità, dimostrando una forza fisica fuori dal comune, ma ha pensato solo a distruggere: strano se consideriamo che Spalletti all’epoca della Roma era sempre andato a giocarsi le partite a viso aperto, accettando qualsiasi tipo di sfida. Stavolta no, come al S. Paolo, e questo ci fa capire il piano del tecnico: vincere lo scudetto sfruttando le qualità agonistiche della sua squadra, che a differenza delle altre può lavorare senza lo stress e le fatiche europee. Abbiamo visto due ali come Perisic e Candreva fare solo i difensori esterni senza sostenere Icardi e senza puntare l’uomo. Significa che il piano tattico era preciso: non perdere e portare via un punto, chissenefrega dello spettacolo.

JUVE IN ATTACCO – Allegri, invece, ha provato a vincere, nonostante l’esclusione di Dybala, inserito nel finale: Cuadrado è stato l’incubo nerazzurro, Mandzukic il possibile giustiziere, più di Higuain, cupo quasi quanto Icardi. Il croato ha sfiorato un gol in avvio, ha colpito una traversa poco prima dell’intervallo e ci ha riprovato nella ripresa. Totale il dominio bianconero nel possesso palla: ma il muro di RoccoSpalletti non è caduto.






ALTRE NOTIZIE