Soncin: “De Boer deve adattarsi. Juve, Inter cerca riscatto e…”

Articolo di
17 settembre 2016, 00:38
Soncin

Andrea Soncin – ex attaccante dell’Albinoleffe attualmente svincolato -, ospite negli studi di “Calcio € Mercato” su Sportitalia, commenta l’attesa del big match tra Inter e Juventus dopo la prima giornata europea di entrambe le squadre, culminata in particolare con il tonfo casalingo nerazzurro

FILOSOFIE OPPOSTE – Per Andrea Soncin il Derby d’Italia sarà partita sé come sempre: «Juventus e Inter hanno due strutture di squadra completamente diverse: la Juventus è così da anni e quest’estate si è migliorata ulteriormente per competere in Europa, Frank de Boer ha preso una situazione da poco tempo e ha ancora bisogno di tempo. De Boer non ha ancora trovato l’identità tattica e un gruppo preciso di giocatori su cui puntare: l’Inter è in fase sperimentale. Le motivazioni in Inter-Juventus vengono da sé: l’atmosfera carica i giocatori nella maniera migliore per far tirare loro fuori quel qualcosa in più, anche se la Juventus è nettamente superiore oggi».

DE BOER CERCA IDEE – «Dopo una partita così negativa come quella contro l’Hapoel Be’er Sheva, l’Inter avrà voglia di riscatto perché i giocatori vorranno far capire che non sono quelli visti giovedì sera. De Boer deve capire cosa serve all’Inter: ha trovato la squadra fatta e deve adattare le sue idee alla rosa a disposizione. Deve cercare un gruppo di giocatori e un’idea tattica da seguire per andare avanti in modo preciso, se no si fa solo confusione, come dimostrato in queste prime partite».

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.
Andrea Turano
Nato nell’era Bagnoli, ma svezzato da Simoni, vive la sua vita in nero e azzurro. Parla di Inter ventiquattro ore al giorno, nel tempo libero si limita a scrivere, sempre di Inter. Sogna di lasciare un ricordo indelebile nella storia della Beneamata, come Arnautovic. E’ un tifoso sfegatato come tanti, ma obiettivo come pochi.