Simoni: “Mi sembrerebbe strano allenare l’Inter senza Moratti”

Articolo di
14 ottobre 2016, 23:21
Simoni

Il sito “ILovePalermoCalcio.com” ha intervistato Gigi Simoni, allenatore dell’Inter nella stagione 1997-1998 e nella prima parte della stagione 1998-1999. Per lui l’ingresso di investitori cinesi nel calcio italiano è una cosa negativa, perché non hanno la passione dei vecchi proprietari italiani.

DIFFERENZE CON L’ESTERO«Io sono un po’ preoccupato per l’ingresso dei cinesi nel mondo del calcio in generale. Non so con quanto interesse o amore cercano di legarsi a queste squadre. Probabilmente avranno degli interessi diversi da quello della passione per il calcio. È gente che non scherza e che ha grandi possibilità. Spero facciano il bene delle squadre che acquistano. A me per esempio sembrerebbe strano essere l’allenatore di una Inter senza Massimo Moratti con presidente “Nagasaki”, non so nemmeno come si chiamano (ride, ndr). I cinesi non hanno la passione che può avere un italiano, i presidenti di un tempo tifavano per le proprie squadre, perché magari erano le squadre per cui tifavano da bambini».

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.

Riccardo Spignesi

Studente (ancora per poco) all’Università Statale di Milano. Redattore anche per SpazioCalcio.it e BetClic, estremamente fissato con il calcio.