Simoni: “Inter da prime tre. Problema Icardi, Mancini…”

Articolo di
4 agosto 2016, 22:45
Simoni

L’ex allenatore dell’Inter Luigi Simoni è intervenuto quest’oggi nel corso dei programmi di “TMW Radio”. Alla radio del sito “TuttoMercatoWeb” il tecnico che in nerazzurro ha vinto la Coppa UEFA 1997-1998 ha commentato l’attuale situazione del suo ex club, sia per quanto riguarda la rosa e le aspettative per la stagione sia per la guida tecnica.

SPERANZA CHAMPIONS«Credo che l’Inter possa lottare per i primi tre posti. Bisogna valutare la situazione di Mauro Icardi, quello è un problema. Mi sembra che sia ancora tutto da decidere, per me è un calciatore importante. Fa venti gol l’anno, un attaccante simile non si trova facilmente sul mercato. Antonio Candreva? È un buon calciatore, l’Inter ha una squadra di valore. La Juventus non si discute, arriverà al primo posto. Poi ci sono tre-quattro squadre che lottano per le altre posizioni. L’Inter ha una buona difesa. Se resta Icardi, con gli innesti attuali, può fare davvero bene. Ha possibilità di arrivare tra i primi tre posti».

ALLENATORE PRESENTE… E FUTURO?«Roberto Mancini ha grande personalità, ha vinto in passato. Ritengo che sia all’altezza della situazione, forse anche qualcosa in più. È chiaro che Mancini ha un modo di gestire molto personale. Ha personalità, vuole essere ascoltato. Va seguito nelle sue indicazioni. Io dico che va bene se lo si ascolta. Probabilmente in passato era abituato ad avere la parola più importante. Mancini è un tecnico che non si mette a disposizione del club, ma vuole che il club si metta a disposizione delle sue idee. Tuttavia Mancini ha dimostrato di essere bravo, io magari ero più accomodante in merito ai problemi della società. Mancini vuole chiarezza in modo assoluto. Sia lui che la squadra devono trovare una soluzione. Diego Pablo Simeone è un uomo giusto per tutti, non solo per l’Inter. Simeone ha dimostrato di poter fare cose eccezionali con una buona squadra, ma non con valori del Real Madrid o del Barcellona. Lui s’è trovato sempre in mezzo a combattere contro queste corazzate, a volte vincendo. Simeone è un ottimo allenatore, fa gola a tutti ed è normale. Ma adesso tutti hanno fiducia in Mancini. Io sono stato mandato via quando vincevo, bisogna stare attenti lì…».

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.

Riccardo Spignesi

Studente (ancora per poco) all’Università Statale di Milano. Redattore anche per SpazioCalcio.it e BetClic, estremamente fissato con il calcio.