Sconcerti: “Inter poco celebrata, ma è lì: Spalletti crea la squadra dopo 8 anni”

Articolo di
22 aprile 2018, 20:53
Mario Sconcerti

Mario Sconcerti – giornalista del “Corriere della Sera” e opinionista sportivo -, ospite negli studi di “Novantesimo minuto” su Rai 2, spende parole positive per l’Inter e in particolare per il lavoro di Spalletti visto quanto fatto finora rispetto alle più quotate romane

INTER IN SCIA – Per Mario Sconcerti bisogna guardare il bicchiere mezzo pieno: «L’Inter è nella stessa classifica di Roma e Lazio, due squadre giustamente molto celebrate, mentre non è stata molto celebrata l’Inter durante tutto il campionato, invece è lì con la seconda difesa del campionato e con solo quattro sconfitte: la Juventus di Massimiliano Allegri l’anno scorso e quella di Antonio Conte anni fa ne persero addirittura cinque vincendo lo scudetto, Roma e Lazio ne hanno giù perso sette quest’anno. Per la prima volta da sette-otto anni siamo davanti all’inizio della costruzione di una squadra: vedremo come andrà a finire, ma evidentemente c’è stato un grande passo in avanti dovuto a Luciano Spalletti. La Roma è la squadra più adulta, completa e più pronta a ottenere risultati: è la terza, ma Lazio e Inter sono là. La Lazio è una squadra compiuta e che ha tratti ha giocato il miglior calcio del campionato, invece l’Inter resta una squadra sbagliata che però ha fatto ottime cose e c’è ancora spazio perché c’è lo scontro diretto Lazio-Inter, che può essere determinante».







ALTRE NOTIZIE