Sconcerti: “Inter migliorata. Via di mezzo tra Juve e Napoli”

Articolo di
18 agosto 2016, 15:06
sconcerti

Mario Sconcerti ha parlato anche dell’Inter nel suo editoriale per il “Corriere della Sera” dedicato all’inizio di campionato. Il giornalista è convinto che i nerazzurri abbiano migliorato la loro rosa e potranno vincere tante partite grazie alle giocate dei singoli.

FORZA NEI SINGOLI – Pur sottolineando di conoscere ancora molto bene il gioco di de Boer (che punterà su un calcio profondamente diverso da quello di Roberto Mancini) Sconcerti sostiene che i nerazzurri abbiano qualche similitudine con la Juventus, potendo disporre anche lei di diversi calciatori in grado di sbloccare le partite con una singola giocata: «L’Inter è un’ottima squadra, con poche riserve in attacco, ma con un impianto complessivo più importante di un anno fa. Chi può vincere più partite? La risposta è ancora la Juve perché, nonostante il disordine attuale, ha molti giocatori diversi, capaci di risolvere le gare anche giocando meno bene. Il Napoli giocherà sempre un po’ meglio, anche della Juve, ma vincere dovendo sempre giocar bene è una grossa fatica. L’Inter sembra una via di mezzo, ma non la conosco ancora bene, non so giudicare l’impatto delle ultime rivoluzioni sulle piccole ideologie dei giocatori. A suo modo, e proprio perché giocherà meno bene di altri con grandi giocatori occasionali, è il modello più vicino alla Juve».

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.
Riccardo Melis

Riccardo Melis

Riccardo Melis (Cagliari, 1990), studente universitario quasi laureato (si spera) in Scienze della Comunicazione; adora leggere, parlare e sopratutto scrivere di calcio e cinema. Tifoso dell’Inter da quando aveva otto anni, ha superato brillantemente i suoi primi anni di tifo, più neri che azzurri, senza che la sua fede verso questi colori fosse scalfita di una virgola.