Sala: “Inter in buone mani, è passione per Zhang. Steven…”

Articolo di
24 agosto 2017, 12:04

Il Sindaco di Milano Giuseppe Sala ha rilasciato una lunga intervista alla “Gazzetta dello Sport”. Il primo cittadino milanese, noto tifoso nerazzurro, ha parlato della proprietà Suning dando anche qualche consiglio

ERRORI – «Nagatomo? Contro la Fiorentina non aveva giocato male. A volte è al limite della leggerezza, ma chiediamoci perché tutti gli allenatori lo tengano: evidentemente ha capacità umane importanti nello spogliatoio. L’errore principale è stato ingaggiare De Boer: non parlo di valori tecnici, non è valutabile in questo senso. In quel momento la società non era ancora strutturata bene, serviva un manager all’inglese e mi pare che Spalletti incarni questo tipo. Non si doveva prendere De Boer e lasciarlo solo, il resto è successo di conseguenza e Pioli è il meno colpevole di tutti».

CONSIGLI – «Venderei Jovetic. Ha bisogno di giocare e vuole garanzie che in questo momento l’Inter non può dare. Forse venderei pure Brozovic. Joao Mario lo terrei. Troppe volte abbiamo bocciato frettolosamente i giocatori. Ha dalla sua l’anagrafe, la personalità e la tecnica. E mi pare abbia la testa a posto: da tifoso tengo conto anche di questo aspetto».

TIFOSO – «Sono in una chat con Enrico Mentana, D’Orrico, Stefano Boeri, Bertolino, Giacomo Poretti e altri, ci scambiano ogni giorno decine di messaggi ed è una delle cose più divertenti della mia estate. Ci chiamiamo Inter-Nati: ho provato a spiegare il doppio senso a Steven Zhang. Stupito? Sì, ma ha apprezzato, gli ho chiesto di mandare un messaggio in chat e lo ha fatto subito. Per Steven il club non è business, è passione. Il futuro dell’Inter è in buone mani».






ALTRE NOTIZIE