Rossi: “Per ora è il mercato delle vacche, anzi delle vaccate”

Articolo di
6 giugno 2015, 08:04

Gian Luca Rossi parla del mercato estivo dell’Inter dal suo sito “gianlucarossi.it” avvertendo di prendere con le molle tutto ciò che si sente in questo periodo che, come al solito, ha poco di veritiero. Nomi sparati all’impazzata spesso senza alcun fondamento:

MERCATO – «Per ora è il mercato delle vacche, anzi delle vaccate. Siamo partiti già a metà maggio ma ora siamo davvero al top», inizia Rossi. «Vi siete mai presi la briga di contare i nomi che sono stati finora accostati all’Inter? Siamo già abbondantemente oltre i 30. Le sparano grosse gli allenatori (vedasi Mancini), le sparano grosse i procuratori e naturalmente i giocatori che usano l’Inter o le altre come sponda per aumentare i loro ingaggi presso i club in cui militano», prosegue Rossi.

INTER – «Anche un bambino capisce che una squadra come l’Inter che ha avuto il capocannoniere del torneo ma ha subito la bellezza di 59 goal deve lavorare sulla difesa. Il fatto però che non spuntino nomi ogni giorno fa pensare che Ausilio stia lavorando bene sotto traccia», sostiene Rossi.

BENATIA – Il presidente sarà a Berlino per la finale di Champions insieme a Zanetti: «Thohir incontrerà Rummenigge e si parlerà di Benatia. Inutile farsi grandi illusioni: per ora si inizierà a parlare visti gli ottimi rapporti tra le due società dopo l’affare Shaqiri», conclude Rossi.

Attenzione dunque a filtrare bene tutto ciò che si sente, questo il suggerimento di Gian Luca Rossi.