Rimpianti Inter: prima della classe nelle ultime 10 gare – GdS

Articolo di
26 gennaio 2017, 11:58
Pioli esultanza

Dopo aver visto il lavoro di Stefano Pioli e la striscia positiva di risultati, crescono i rimpianti dell’Inter per aver buttato via una buona parte di stagione. Come riporta la “Gazzetta dello Sport”, i nerazzurri sarebbero primi, tenendo questo ritmo da inizio anno.

IL PASSATO – «Il mondo Inter si è davvero ribaltato dopo l’esonero di Frank de Boer: dieci gare di campionato, una con Vecchi in panchina, 25 punti conquistati, di nuovo a ridosso dell’Europa che conta. Nessuno come i nerazzurri, comprese Juventus, Roma e Napoli. Sia chiaro, le colpe dell’olandese sono parecchio inferiori rispetto a quelle di chi decise, a pochi giorni dal via del campionato, di sostituire Roberto Mancini con un tecnico a digiuno del nostro calcio e con idee interessanti sì, ma difficilmente applicabili senza un lungo tirocinio sul campo e soprattutto un mercato adeguato.

SCELTA CORRETTA – Ha faticato ad emergere l’anima italiana del club, ma la scelta di Stefano Pioli sta ora gratificando, anche agli occhi di Suning, il trio Zanetti-Gardini-Ausilio. Il nuovo corso tecnico ha infatti restituito dignità alla stagione nerazzurra (squadra nel frattempo ai quarti di Coppa Italia: martedì c’è la Lazio a San Siro) e rivalutato gran parte della rosa, su tutti i cartellini di Kondogbia, Brozovic e Murillo, oggi di nuovo potenziali importanti plusvalenze.

RIMPIANTI – Torniamo ai numeri delle ultime dieci giornate, fetta decisamente indicativa per ciò che sarà anche il resto della stagione, e mettiamo in fila le attuali prime nove squadre della classifica: comanda appunto l’Inter con 25 punti, a una lunghezza seguono Roma e Napoli. La Juventus è ferma a quota 21, deve recuperare una gara col Crotone, ma al massimo potrebbe appunto agganciare Roma e Napoli. Lettura positiva: la banda Pioli ha imboccato la strada giusta e oggi può permettersi di viaggiare sugli stessi ritmi di chi ha dominato in Italia negli ultimi anni. Bicchiere mezzo vuoto: nonostante una simile cavalcata, i nerazzurri hanno guadagnato un solo punto in prospettiva Champions League. Rimonta pesante, invece, nei confronti delle altre: +6 su Lazio e Atalanta; +8 sulla Fiorentina, +10 sul Milan, addirittura +11 rispetto al Torino; va detto che pure Milan e Fiorentina, come la Juve, devono recuperare una partita».