Ricordi d’estate: l’intreccio tra Napoli, Inter e Icardi – GdS

Articolo di
2 dicembre 2016, 12:17
Icardi

L’estate di mercato fu caratterizzata dal trasferimento di Higuain alla Juventus. Da quel momento il Napoli comincio a pressare Mauro Icardi e trattò ad oltranza con Wanda Nara. L’Inter però non cedette mai. Ecco il racconto dalla “Gazzetta dello Sport”.

L’IDEALE PER SARRI – «Icardi era la prima scelta di Sarri, l’uomo che il tecnico azzurro aveva indicato quale unico possibile successore di Higuain tra gli attaccanti della Serie A. In effetti, Maurito sta ripercorrendo le orme del Pipita: 12 gol in 14 partite rappresentano un bottino eccellente e continuando di questo passo anche il record di Gonzalo (36 reti nello scorso campionato) potrebbe vacillare. Il fantasma di Higuain è presente nella mente di Icardi, che vorrebbe succedergli nella classifica cannonieri e rubargli il posto nella Seleccion, quanto nei cuori dei tifosi del Napoli, che lo scorso anno affidavano al Pipita gran parte delle loro speranze. Dopo il «tradimento» estivo di Higuain, in azzurro Icardi sarebbe stato accolto come un messia.

STRATEGIA SBAGLIATA – La piazza lo invocava nonostante fosse già arrivato Milik, De Laurentiis ci ha provato ma forse ha sbagliato strategia: prima di convincere l’Inter ha cercato di convincere Wanda Nara, la moglie manager di Maurito, attraverso una sontuosa proposta di ingaggio e lo sfruttamento ad hoc dei diritti di immagine del calciatore. Addirittura, alla signora Icardi è stato proposto un ruolo in uno dei film del presidente del Napoli. L’Inter, però, non ha mai messo davvero in vendita il suo capitano, nonostante in estate reclamasse a gran voce (soprattutto attraverso i tweet di Wanda) il rinnovo di contratto. Il club nerazzurro ha lasciato che il Napoli formulasse le sue proposte, che rialzasse la posta spingendosi fino a cinquanta milioni di euro più Gabbiadini, ma non ha mollato la presa e si è tenuto stretto Icardi».