Repubblica: Mancini rivoluziona l’Inter e ci aveva avvisato

Articolo di
24 luglio 2015, 08:42
mancini

Andrea Sorrentino, inviato della “Repubblica” ed esperto di cose nerazzurre, commenta la rivoluzione operata da Mancini in questa fase del mercato. Le avvisaglie c’erano state quando, a fine stagione, aveva annunciato di voler 8-9 giocatori. Allora nessuno lo aveva preso sul serio

5 MESI – Nei suoi primi cinque mesi sulla panchina dell’Inter, Mancini aveva capito una cosa: era necessario cambiare molto, quasi tutto. In difesa, a centrocampo ed in attacco. La rivoluzione troppo a luno rinviata da Moratti e dal primo Thohir non poteva più essere rimandata, sostiene Sorrentino.

PROGETTO – Ad un mese dall’avvio del torneo, il progetto è in piena rampa di lancio perchè nessuna squadra ha cambiato pelle come l’Inter. Ora che sono in arrivo Perisic e Jovetic nasce una squadra completamente nuova, grande, grossa e muscolosa. Più tecnica e più smaliziata come voleva Mancini. Starà a lui assemblarla al meglio con tanti campioni che arrivano da campionati differenti.

USCITA DI SCENA – Intanto un’altra Inter sta per uscire di scena: quella perdente dei vari Nagatomo, Ranocchia, Juan Jesus, Kovacic e Hernanes. Sono tutti candidati, secondo Sorrentino, a ruoli di secondo piano o ad essere ceduti. Guarin avrà un’altra opportunità a centrocampo.

SALDO NEGATIVO – L’esborso dell’Inter dovrebbe aggirarsi sui 110 milioni con un saldo negativo di 80 milioni. E’ evidente che senza la qualificazione alla prossima Champions League l’Inter dirà addio a tutto, ma proprio a tutto. Questo è ben chiaro anche a Mancini.