Ramazzotti: “Inter, inizia anno diverso. Icardi indiscutibile”

Articolo di
8 gennaio 2017, 12:13
Andrea Ramazzotti

Andrea Ramazzotti, giornalista del quotidiano “Il Corriere dello Sport” al seguito dell’Inter, ha parlato a Inter Channel di come la squadra di Stefano Pioli è arrivata all’impegno di oggi contro l’Udinese. Il 2017 che inizia ufficialmente oggi a livello di Serie A è un anno diverso rispetto ai precedenti anche per la proprietà nuova, che potrà portare rinforzi attraverso il mercato già da questo mese.

CAMBIAMENTI IN CORSO«È una partita senza dubbio importante, perché l’Inter ha una striscia di risultati utili da continuare. Oggi può dare un segnale, indipendentemente dal risultato del Napoli di ieri sera, rispetto alla fine del 2016 e al mese di dicembre che è stato diverso rispetto ai precedenti. Questo è un inizio di anno completamente diverso, è il primo anno solare di Suning da proprietario del club. Mauro Icardi? È un valore aggiunto, probabilmente all’Inter quando parli di capitani il riferimento è a Giuseppe Bergomi e Javier Zanetti, grandi nomi che hanno alzato trofei, quindi quando indossi la fascia di capitano dell’Inter è obiettivamente pesante. Icardi la sta onorando con le prestazioni, può piacere o non piacere per le caratteristiche che ha, però credo che discutere Icardi in quest’Inter non sia possibile».

NOVITÀ DEL MESE«Mercato? Io credo che qualcosa accadrà sicuramente con l’incontro fra i Percassi e Suning per l’affare Roberto Gagliardini, poi ci sono tutta una serie di nomi accostati all’Inter. Io penso che se ci saranno delle uscite, non mi riferisco soltanto a quella di Felipe Melo che sarà ufficializzato a breve al Palmeiras, magari Stevan Jovetić o qualche altro giocatore inserito oggi nella distinta in panchina da Stefano Pioli. Penso che l’Inter possa andare alla ricerca di uno o due elementi, penso che la priorità possa essere un esterno sinistro difensivo e magari poi un altro centrocampista. L’Inter comunque deve rincorrere, Pioli ha avuto il grande merito di mettere a posto la squadra ed è stato bravissimo. I risultati gli danno obiettivamente ragione, però questa squadra è comunque migliorabile come lo sono tutte, io credo che Suning metterà mano da giugno-luglio quando arriveranno i colpi più importanti, però se può arrivare qualcosa già dal mercato di gennaio io penso che i proprietari del club non si tireranno indietro».

Facebooktwittergoogle_plusmail