Pioli sbaglia tutto, l’Inter si perde – CdS

Articolo di
10 aprile 2017, 10:08
Pioli

Il “Corriere dello Sport” analizza la brutta sconfitta dell’Inter a Crotone. Stefano Pioli ha sbagliato praticamente tutto, dalla tattica alla preparazione del match, non riuscendo poi a raddrizzare la rotta.

NIENTE REAZIONE – Icardi e compagni hanno conquistato un punto nelle ultime tre giornate e per la prima volta nella gestione di Pioli sono stati battuti per due gare di seguito in campionato. Su un campo dove tutte le grandi avevano vinto, Suning si aspettava un successo per riscattare il ko contro la Sampdoria e invece i cinesi hanno dovuto fare i conti con una figuraccia storica che avrà conseguenze per il presente (stamani allenamento punitivo) e forse per il futuro (del tecnico e di alcuni giocatori). L’Inter è andata in campo, spenta, messa male tatticamente e con un approccio disastroso.

INTER SMARRITA – L’Inter si è sotterrata da sola, con una prima frazione imbarazzante per una squadra che ha 13 nazionali e un monte ingaggi 10 volte superiore a quello della matricola calabrese. In campo la differenza di stipendi è stata annullata dal maggior ritmo dei padroni di casa e dagli errori di Pioli. L’allenatore emiliano ha minato le fondamenta della propria già balbettante difesa (adesso sono 6 gli incontri di fila con almeno 1 gol al passivo; 3 quelli con- secutivi con 2 reti subite; 11 gol presi nelle ultime 6) inserendo l’incerto Murillo a fianco di Miranda e sostituendo nel cuore della mediana l’infortunato Gagliardini con Medel. La doppia mossa si è rivelata sbagliata perché il colombiano non ne ha azzeccata una, mentre a centrocampo il cileno a fianco di Kondogbia non è stato capace di dare ordine. Smarrita, sballottata e senza i giusti riferimenti, la formazione nerazzurra si è consegnata al Crotone.

PIOLI SBAGLIA TUTTO – Pioli ha sbagliato l’Inter iniziale. Poteva dare qualità in mezzo piazzando Joao Mario a fianco di Kondogbia e invece ha scelto Medel, con in difesa Murillo reduce da 4 panchine e “arrugginito”. Ha corretto la squadra passando dal 4-2-3-1 a un 3-4-2-1 sempre più offensivo, ma non è bastato. Si è vista una squadra senza testa e gambe. Senza ritmo e anima. Il voto del tecnico nelle pagelle del “Corriere dello Sport” è 4: sbaglia le scelte e l’approccio al match. Rischia di affondare con l’Inter dopo averla risollevata.