Pioli pazzo dell’Inter: alla prima cena cambia anche il menù!

Articolo di
11 novembre 2016, 18:18
Pioli

L’avventura di Pioli all’Inter non poteva non essere analizzata dal punto di vista culinario da Ribaldo Saporoso – pseudonimo utilizzato sul portale “CalcioMercato.com” da uno chef calcistico -, sperando che il “tradimento” dalla carne al pesce sia di buon auspicio per il neo tecnico nerazzurro

MENU’ CONTRO TRADIZIONE – “La nuova Inter nasce a tavola nel ristorante di pesce milanese più rinomato del momento, la Langosteria in zona Porta Genova che ha ormai soppiantato Giannino in fatto di ospiti rinomati del mondo del calcio grazie al freschissimo pesce che il bianconero proprietario Enrico offre quotidianamente ai suoi clienti. Stefano Pioli ha tradito la cucina preferita a base di carne e salumi della propria terra, per lasciarsi convincere da Piero Ausilio a ‘battezzare’ l’esordio gastronomico in città a base di pesce. Presenti alla cena anche il corporate director Michael Williamson e Giovanni Gardini, che conobbe Stefano venti anni fa a Padova dove insieme a Piero Aggradi ingaggiò Pioli dalla Fiorentina. Dopo un brindisi col prosecco, il quartetto si è limitato ad assaggiare alcuni antipasti sia di pesce crudo che cotto e un primo a base di orecchiette al ragù di mare. Niente vino né dolci. La cena si è protratta oltre tre ore nel corso delle quali si è parlato anche di rinforzi per gennaio. Il neo allenatore ha mostrato grande soddisfazione e ottimismo dopo le prime ore da nerazzurro. La struttura della Pinetina e la forte dedizione mostrata dai calciatori, Mauro Icardi in testa, lo hanno messo di ottimo umore”.

MALATTIA NERAZZURRA – “Riconosciuto da un tifoso, il neo allenatore dell’Inter ha svelato il convincimento ‘poter fare molto bene all’Inter’ e confermato di aver voluto fortissimamente Walter Samuel al proprio fianco in quella che Pioli stesso considera la ‘avventura dei sogni’. Pioli è notoriamente un tifoso nerazzurro fin da piccolo e ha trasmesso la propria passione a Gianmarco, validissimo match-analyst che seguirà il padre all’Inter, e sopratutto a Carlotta, autentica ultrà nerazzurra capace a soli 18 anni di avventurarsi da sola fino a Madrid per assistere al trionfo Champions dell’Inter del Triplete. Un motivo in più dunque per Pioli di riuscire in breve tempo a trasformare i sogni in realtà a cominciare già dal difficilissimo derby di domenica 20 Novembre. Pioli non ha ancora scelto dove andrà ad abitare, ma è presumibile che non voglia allontanarsi troppo dalle zone a nord di Milano per restare il più vicino possibile ad Appiano Gentile”.