Pioli, Inter nel destino e quello scippo della Juventus – CdS

Articolo di
8 novembre 2016, 12:08
Pioli

In giornata è atteso il comunicato con cui l’Inter ufficializzerà l’ingaggio di Stefano Pioli. Oggi il “Corriere dello Sport” ha ricordato come l’ex tecnico della Lazio, in passato, fu molto vicino a vestire i colori nerazzurri, ma come giocatore

PROMESSA – Nel 1984 Pioli passò dal Parma, all’epoca in C1, alla Juventus. Ma prima dei bianconeri fu l’Inter a puntare l’allora promettente difensore, ma la trattativa non si concretizzò. Così ha descritto la vicenda il “Corriere dello Sport”: “Era il 1984, era diretto lì. Autostrada. A1, Parma-Milano. In macchina lui, suo padre Pasquino e il ds del Parma Riccardo Sogliano. Aveva diciannove anni, un faccino pulito, era serio ed educato. Giocava in quell’inferno che era la C1, fate conto Winnie The Pooh in un postribolo del Nuovo Messico. Difensore.”

INTER – “A segnarsi il suo nome era stato il ds nerazzuro, Giancarlo Beltrami. Ernesto Pellegrini, il presidente che aveva appena preso l’Inter da Ivanoe Fraizzoli, aveva dato l’ok. Prendiamolo.”

32 ANNI DOPO – Il DS del Parma, Sogliano, ricevete però una telefonata dalla Juventus, con un’offerta più alta da parte dei bianconeri e per Pioli iniziò l’avventura a Torino. “A volerlo era stato Trapattoni. Aveva bisogno di uno che crescesse all’ombra di Scirea e Brio. Pioli andò. Rimase alla Juve tre anni. Scudetto, Supercoppa, Coppa dei Campioni, Intercontinentale. Trentadue anni dopo: Inter mancata, Inter ritrovata.”

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.
Enrica Panzeri

Enrica Panzeri

Enrica Panzeri, nata a Lecco, è innamorata di Milano, non soltanto perché è la città dell’Inter. Ama disegnare e scrivere, le piacciono il calcio, la Formula 1, il cinema e la storia dello spettacolo. Ha un’insana passione per la televisione italiana degli anni ’70-’80.