Pezzali: “La mia canzone non era per l’Inter, poi…”

Articolo di
12 maggio 2015, 09:09
Max Pezzali

Tra gli ospiti di “Tiki Taka – Il calcio è il nostro gioco” c’era anche Max Pezzali, noto tifoso VIP nerazzurro. L’ex frontman degli 883 ha parlato non solo di Inter, ma anche di Juventus, in vista della sfida di domani sera. E c’è spazio per un’interessante metafora musicale.

LA CANZONE«In realtà ‘Sei fantastica‘ era dedicata a una donna in particolare, ma dopo aver vinto lo scudetto in quel modo, l’ho ridedicata all’Inter (sorride, ndr)».

L’INNO DELL’INTER«Scrivere l’inno dell’Inter? In noi cantautori c’è sempre il rischio di portare sfiga alla propria squadra, una sorta di scaramanzia da tifoso. Comunque ‘Pazza Inter‘ mi piaceva».

IL PENSIERO DI MADRID«Il ‘Bernabeu’ per noi interisti significa 22 maggio 2010, un momento meraviglioso. Grandi ricordi, che rimangono lì. Da tifoso capisco la paura (di non arrivare in finale, ndr) del tifoso juventino».

ARRIVA LA JUVENTUS«Meglio Tevez adesso, ma Icardi è una promessa per il futuro e vedremo se la manterrà. Non mi aspetto nessun regalo sabato dalla Juventus, resta sempre una grande sfida, sentita».

TRA EUROPA E RICOSTRUZIONE«Per l’Inter meglio arrivare in Europa League, ma la cosa più importante è che Mancini sappia ricostruire l’identità di squadra, che adesso non c’è».

DERBY ASIATICO«Inter e Milan sono più o meno nella stessa situazione. Chiunque arrivi, anche al Milan, spero sia intenzionato a riportare la squadra ad alti livelli. E’ necessario avere una visione di costruzione».

MESSI MUSICALE«Il Lionel Messi della musica non esiste, al massimo si può paragonare a Bono Vox degli U2 o a Michael Jackson, quando era ancora in vita».

Facebooktwittergoogle_plusmail