Perisic anti-Juve, vuole vendicare l’ultima espulsione – CdS

Articolo di
7 dicembre 2017, 10:59
Ivan Perišić Verona-Inter

Il “Corriere dello Sport” scrive che tra i giocatori anti-Juve dell’Inter c’è di diritto Ivan Perisic: le ultime due vittorie portano la sua firma, è reduce dalla prima tripletta e vuole vendicare l’ultima trasferta a Torino.

BEI RICORDI – Le ultime 2 vittorie sulla Juventus portano la sua firma. La prima, in Coppa Italia, amara perchè poi l’Inter venne eliminata i rigori, fu un 3-0 in cui Perisic, insieme a Brozovic, imperversò in lungo in largo sulla squadra bianconera, sfiorando al 90’ la seconda prodezza personale che avrebbe regalato la qualificazione. La seconda, poco più di un anno fa, in campionato, con quell’incornata che completò una clamorosa rimonta nello spazio di una dozzina di minuti. E pensare che il croato aveva cominciato la partita dalla panchina, per poi entrare quando l’Inter era andata sotto. Chiaro che proprio quel gol del 2-1 sia quello che è rimasto nei ricordi di tutti i tifosi nerazzurri. Ma anche in quelli di Perisic, che, infatti, sotto ad un post sul profilo Instagram ufficiale del club, che, tramite un filmato, mostrava la top-ten dei suoi gol, ha voluto votare personalmente proprio per il 2-1 del 18 settembre 2016.

ESPULSO ALL’ULTIMA – Beh, tanto per gradire l’esterno croato si è caricato per la sfida di sabato sera con la tripletta rifilata al Chievo. E’ stata la prima in carriera, anche se ai tempi del Bruges, in Belgio, aveva addirittura fatto poker. In stagione è già arrivato a quota 7, in 15 giornate nelle quali è sempre stato titolare e non è mai stato sostituito. Nello scorso campionato, il suo bottino era stato di 11 centri: evidentemente ci sono tutti gli indizi perché possa superarsi senza troppe difficoltà. A proposito della trasferta a Torino, l’ultima volta è finita male. A Perisic in modo particolare. L’Inter, infatti, ha perso la partita, non senza polemiche per un paio di episodi dubbi nell’area bianconera. Ma lui, in più, è stato espulso agli sgoccioli del match per qualche parola di troppo rivolta a Rizzoli, rimediando 2 giornate di squalifica, poi ridotte a una. Insomma, ha tutte le motivazioni per provare a prendersi una rivincita.