Pedullà: “Inter, Banega tra i 5-6 irrinunciabili: eccoli. Semedo…”

Articolo di
22 ottobre 2016, 00:44
Pedullà

Alfredo Pedullà – giornalista ed esperto di mercato – durante la diretta di “iPed” su Sportitalia, torna a parlare di de Boer e della sua situazione sulla panchina dell’Inter, che può vantare solo metà certezze nell’undici titolare

BANEGA IMPRESCINDIBILE – Metà squadra non si tocca per Alfredo Pedullà o almeno non si dovrebbe: «Frank de Boer deve fare un po’ meglio, ma non può essere messo in discussione sempre. A Ever Banega non rinuncerei mai: è vero che ha fatto qualche partita un po’ così, ma è un valore aggiunto e fa parte di quei cinque-sei irrinunciabili dell’Inter. Come Banega anche Joao Mario, questo Antonio Candreva, Ivan Perisic, Mauro Icardi, Samir Handanovic (e Joao Miranda, ndr), che devo essere messi in un contesto preciso, quindi non possono restare in panchina. Poi voglio vedere Gabriel “Gabigol” Barbosa».

TERZINO MANCANTE – «Il problema dell’Inter è sulle fasce dove oggi spinge molto, ma deve migliorare tantissimo: Nelson Semedo del Benfica è un grande terzino, lo vogliono in tanti e anche l’Inter lo sta seguendo, ma è entrato in orbita Jorge Mendes e serviranno molti milioni per averlo. L’Inter, inoltre, ha bisogno del miglior Jeison Murillo in difesa. In Europa League ho visto male l’Inter, che è senza equilibrio: è una squadra che deve crescere molto. Anche se de Boer è arrivato tardi, adesso bisogna dimenticarlo perché lavora da oltre due mesi. Contro il Southampton doveva vincere e ha vinto, questo va bene, ma non esiste che la squadra è sempre sotto pressione: c’è da migliorare e lavorare molto».

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.
Andrea Turano
Nato nell’era Bagnoli, ma svezzato da Simoni, vive la sua vita in nero e azzurro. Parla di Inter ventiquattro ore al giorno, nel tempo libero si limita a scrivere, sempre di Inter. Sogna di lasciare un ricordo indelebile nella storia della Beneamata, come Arnautovic. E’ un tifoso sfegatato come tanti, ma obiettivo come pochi.