Paventi: “A Icardi serve un ultimo salto di qualità”

Articolo di
9 dicembre 2015, 16:25
Mauro Icardi Inter

Il giornalista sportivo Andrea Paventi ha parlato a Sky Sport della situazione di Mauro Icardi, finito in panchina nell’ultima partita contro il Genoa. Per l’attaccante, ex capocannoniere dell’Inter, sembra giunto il momento di effettuare quel salto di qualità che può renderlo un fuoriclasse

ICARDIL’Inter oggi gioca in maniera diversa, perché in attacco ha giocatori diversi. Ora ha attaccanti più tecnici, che cercano spesso lo scambio per andare in porta, vedi il modo che ha di muoversi Jovetic. Questo mette l’attaccante vicino nella condizione di lavorare per poter essere allo stesso livello e poter duettare. Per Icardi è diverso perché deve fare il salto di qualità, deve lavorare per farlo e, soprattutto, deve capire che può anche cominciare alcune partite dalla panchina.
Ci vuole un salto mentale, perché una squadra per vincere deve fare per forza affidamento anche sulle forze che arrivano dalla panchina. Pensiamo a Ljajic, che quando è arrivato non era titolare, poi con il lavoro e l’atteggiamento mostrato ad Appiano Gentile ha conquistato un posto in squadra. Ci sono stati esempi simili in passato, pensiamo alla Roma di Capello, con il tecnico che favoriva la rivalità fra Batistuta e Montella.
Nell’Inter puoi essere un non titolarissimo, ma puoi sempre servire, vedi col Napoli. In quella partita sarebbe servito un attaccante fresco negli ultimi minuti, come è stato Jovetic. Se riesci a fare questo salto mentale e capire che puoi dare il tuo contributo anche partendo dalla panchina, potrai dare il tuo contributo all’Inter e permettere di raggiungere certi traguardi.