Pasqualin: “Preoccupato per l’Inter, Thohir scappa col bottino”

Articolo di
17 agosto 2016, 01:01
Pasqualin

In un’intervista rilasciata al sito “TuttoMercatoWeb” l’avvocato Claudio Pasqualin ha giudicato in toni molto negativi l’ingresso di investitori cinesi nell’Inter e nel Milan, prendendosela con Erick Thohir per come ha operato nei tre anni da presidente dei nerazzurri. Ecco il suo pensiero.

RISCHIO ASIATICO – “Se il calcio interessa unicamente per il business, come nel caso di Inter e Milan, sono preoccupato. Vedere il Diavolo che si trasforma in dragone magari di carta pesta mi angoscia. Si sa come sta andando il mondo, ci sono compagnie che investono per affermare il proprio nome, al di là delle vittorie e le sconfitte. A loro interessa che circoli il nome, il marchio della Nazione. Ma bisogna vedere quanto queste esigenze coincidono con quelle dei tifosi. Per me il tifo è la difesa dei valori domestici, dell’appartenenza della propria comunità. Ora che a capo della comunità del Milan e dell’Inter ci sono due con gli occhi a mandorla con tante cose da chiarire, non so quanto sia bello. L’unico orientale che abbiamo conosciuto è Erick Thohir, che scappa col bottino perché ha fatto il colpo. Perplessità e scetticismo permangono, non c’è entusiasmo nel vedere che il Milan e l’Inter sono in mano ai cinesi. Se c’è un faccia e un nome ben venga l’investimento straniero: almeno sai con chi prendertela”.