Parisi: “Icardi? Inter rinnova! Suning si contraddice, Mancini…”

Articolo di
26 luglio 2016, 00:40
Fabio Parisi

Fabio Parisi – procuratore sportivo -, ospite negli studi di “Speciale calciomercato” su Sportitalia, a distanza di una settimana continua a credere a un futuro nerazzurro per Icardi, invitando i tifosi dell’Inter ad attendere le mosse societarie sul mercato

ICARDI VERSO IL RINNOVO – Per Fabio Parisi il caso legato al capitano argentino si risolverà con l’adeguamento del contratto: «Mauro Icardi non ha la clausola come Gonzalo Higuain: se l’Inter dei cinesi decide di non cedere Icardi neanche per 150 milioni, Icardi rimane all’Inter e non si discute. Poi potranno aprire un nuovo discorso con Wanda Nara per il rinnovo. Che difficoltà ha il Napoli, con 90 milioni di euro in mano, a trovare un attaccante competitivo? E l’Inter, se gli vende Icardi a 60 milioni, chi va a comprare? Sicuramente uno a cui dare 5 milioni di euro all’anno, quindi tanto vale aumentare l’ingaggio a Icardi».

MANCINI CHIEDE, SUNING INCOERENTE – «L’Inter non deve accontentare Roberto Mancini, ma completare le operazioni di mercato che ha in testa: diamo tempo all’Inter per portarle a termine. Mancini non vuole giocatori da 100 milioni di euro: se Suning blocca gli arrivi di Yaya Touré e Pablo Zabaleta per l’età avanzata, ma poi propone Carlos Tevez, che senso ha? I cinesi si contraddicono. Lasciamo lavorare Piero Ausilio e la società, poi vediamo».