Orsi: “L’Inter è ancora un cantiere aperto”

Articolo di
1 agosto 2015, 20:23
Orsi

Nando Orsi, ex secondo di Mancini, esprime la sua opinione sull’Inter che sta nascendo: “Una squadra a immagine e somiglianza dell’allenatore”. Ma bisogna lavorare ancora parecchio: “La squadra è un cantiere aperto”

SERVE TEMPO –  Ecco le parole di Orsi rilasciata a ilsussiudiario.net: «L’Inter di Mancini non convince in amichevole. Come mai? ‘È ancora un cantiere aperto e c’è da dire che sono state partite difficili. Serve del tempo e credo anche un paio di nuovi acquisti’».

PERISIC – «Cosa manca ai nerazzurri? ‘Certamente un esterno sinistro, piace molto Perisic e credo che alla fine possa arrivare. E poi un terzino perché a sinistra non può giocare Juan Jesus che non è un esterno’».

SFOLTIRE – «Servirà prima cedere non crede? ‘Prioritario il discorso cessioni, credo che l’Inter debba davvero sfoltire la rosa di molti elementi in esubero’».

MELO – «Perché Mancini vuole Felipe Melo? ‘Lui vorrebbe due giocatori a protezione del regista che in questo caso sarebbe Kovacic. Kondogbia e Felipe Melo sarebbero perfetti in quel ruolo’».

JOVETIC – «Mancini ha ricevuto un altro regalo, ovvero Jovetic… ‘Può fare la differenza, è il giocatore giusto per l’attacco dell’Inter ma dovrà stare bene dal punto di vista fisico’».

IL MARCHIO DI MANCINI – «Dove può arrivare l’Inter? ‘È presto per giudicare i nerazzurri, una cosa è certa: sta nascendo una squadra ad immagine e somiglianza di Mancini’».