Nesti: “Rottura all’Inter? Non mi risulta. Spalletti, un errore”

Articolo di
21 febbraio 2018, 23:49
Carlo Nesti

Il giornalista Carlo Nesti, ospite di “Microfono Aperto” su “Radio Sportiva”, ha commentato il momento negativo dell’Inter: alla base del crollo non ci sarebbe una lite nello spogliatoio bensì un problema psicologico dovuto alle ambizioni di titolo subentrate a dicembre.

UNITI MA SFALDATI«Io devo dire che sinceramente non mi risulta che ci sia una rottura dello spogliatoio, nel senso che ci siano delle fazioni contrapposte com’è capitato in passato. Proprio in questi giorni è stato intervistato Frank de Boer, che a proposito della sua breve esperienza ha detto che c’erano quattro-cinque giocatori che comandavano e tutti gli altri che erano subordinati. Mi sembra che con Luciano Spalletti, e mi stupirei se così fosse, non c’è questo problema. Il problema che riguarda i giocatori, se vogliamo parlare dell’aspetto psicologico, è stato ammesso dallo stesso Spalletti: ha ammesso di aver commesso un errore dopo la prima parte festosa dell’Inter, di aver alzato l’asticella delle ambizioni, alla prima difficoltà la squadra ha cominciato a sbriciolarsi. Questo significa che quando fai una serie di risultati negativi qualcosa dal punto di vista mentale manca, quando in diciassette partite fai tredici vittorie e poi un autentico crollo, perché abbiamo avuto un’Inter che in dieci partite è riuscita a vincere una volta col Bologna e ha fatto cinque pareggi e quattro sconfitte, è chiaro che qualcosa di psicologico al di là dei problemi strutturali c’è, è proprio la fragilità».