Nesti: “La Juventus ha trovato un grande avversario, l’Inter lo è”

Articolo di
10 dicembre 2017, 23:22
Carlo Nesti

Intervenuto in collegamento con “Microfono Aperto”, il giornalista Carlo Nesti ha analizzato il pareggio per 0-0 di ieri sera fra Juventus e Inter. Oltre alla serata storta di alcuni giocatori bianconeri, in particolare Gonzalo Higuaín, c’è da segnalare l’ottima prova della squadra di Luciano Spalletti.

PORTA CHIUSA«Alla Juventus ieri credo che, dovendo indicare un punto su tutti, sia mancata la lucidità dei suoi due attaccanti principali, e sia mancato a monte di tutto naturalmente un Paulo Dybala in forma da poter schierare subito. Sono d’accordo sul fatto che non sia stato impiegato, ci sta, aveva tutte le ragioni Massimiliano Allegri di schierare anche un altro modulo con i tre centrocampisti e due mediani al fianco di Miralem Pjanić, nel tridente oltretutto Juan Guillermo Cuadrado è risultato il migliore in campo. Mario Mandžukić si è costruito delle occasioni, ha avuto il torto di non essere spietato come le altre volte e non è andato benissimo Gonzalo Higuaín. A fronte di un primo tempo attendista della Juventus, nel quale però ha creato delle ottime ripartenze e poteva segnare nel finale, e a fronte di un secondo tempo diverso nel quale la Juve si è espressa molto bene in forcing mi sento di imputare solo una cosa: si è trovata davanti un grande avversario, perché l’Inter è un grande avversario, e non ha avuto due attaccanti per una volta all’altezza della situazione. Quando è entrato Dybala è rimasto fuori partita, confermando di non essere in un momento splendente che passerà».







ALTRE NOTIZIE