Mughini: “Inter gestita peggio di azienda di rubinetti! A Pioli…”

Articolo di
8 novembre 2016, 02:22
mughini

Giampiero Mughini – giornalista e tifoso juventino per eccellenza -, a “Tiki Taka – Il calcio è il nostro gioco” su Italia 1 commenta il cambio in panchina dell’Inter: difeso ancora de Boer, Pioli accolto con riserva

INTER GESTITA MALE – E’ durissimo Giampiero Mughini sulla società nerazzurra: «L’esonero di Frank de Boer? La cosa è nata non male, ma malissimo: un allenatore estraneo al calcio italiano scelto dieci giorni prima dell’avvio del campionato per capeggiare una squadra di cui non conosce molto, in una società di cui non conosce il curriculum turbinoso. Se l’avventura nasce male, non puoi settimana dopo settimana stare lì con la matita rossa e blu. Nell’ultima partita prima del suo congedo, l’Inter stava per pareggiare a poco dalla fine. Al mondo non c’è un azienda di rubinetti che verrebbe guidata in questo modo!».

BUONA FORTUNA PIOLI – «Non conosco a sufficienza Stefano Pioli per pontificare a riguardo, ma se avessi un amico che va all’Inter in questo momento gli direi “buona fortuna”, perché l’Inter è in una situazione spasmodicamente negativa: non ha identità, non ha un gruppo dirigente e non ha una nazionalità perché sono presenti tutte le nazionalità del mondo. L’Inter ha un sacco di giocatori buoni che collimano l’uno con l’altro. Auguro a Pioli tutto il bene del mondo: sono contento che ci sia un nome italiano accanto ai vari Handanov-ic, Brozov-ic e Peris-ic».

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.
Andrea Turano
Nato nell’era Bagnoli, ma svezzato da Simoni, vive la sua vita in nero e azzurro. Parla di Inter ventiquattro ore al giorno, nel tempo libero si limita a scrivere, sempre di Inter. Sogna di lasciare un ricordo indelebile nella storia della Beneamata, come Arnautovic. E’ un tifoso sfegatato come tanti, ma obiettivo come pochi.