Mughini: “Inter, cacci de Boer e prendi Gesù Cristo? I tifosi…”

Articolo di
25 ottobre 2016, 02:27
Giampiero Mughini

Giampiero Mughini – giornalista e tifoso juventino per eccellenza -, a “Tiki Taka – Il calcio è il nostro gioco” su Italia 1 attacca l’Inter per la gestione de Boer, quasi sedotto e abbandonato dopo due mesi e mezzo

PESSIMA GESTIONE – Ormai Giampiero Mughini è noto per non usare mezzi termini, soprattutto quando i problemi sono altrui: «Campionato riaperto dopo Milan-Juventus? Non si riapre un beato ca**o! Se una società prima fa una valutazione dei pro e dei contro, poi sta a guardare ogni mezza settimana i punti ottenuti? Se ha creduto in quel personaggio, lo fa lavorare! Se l’Inter ha preso questo allenatore (Frank de Boer, ndr) che non parla italiano – che poi in quella squadra non lo parla nessuno -, faglielo fare: fallo lavorare! Chi viene se va via lui? Gesù Cristo che moltiplica pani e pesci? Ma dai!».

FIDUCIA A DE BOER – «Io non sono Erick Thohir neppure per scherzo: se fosse una persona che s’intende di calcio e fosse responsabile delle decisioni prese due mesi fa e non due secoli fa, continuerebbe a sperimentare questo signore che sicuramente capisce di calcio e non andrebbe a prendere uno che cammina sulle acque, perché nel mondo del calcio nessuno cammina sulle acque. Si parla di Geoffrey Kondogbia e del giocatore che era prima dell’Inter? Ma dai! L’Inter ha moltissimi giocatori. I tifosi che minacciano di morte Davide Santon? Delinquenti come gli altri! Noi facciamo un favore a parlare di merda come loro».

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.
Andrea Turano
Nato nell’era Bagnoli, ma svezzato da Simoni, vive la sua vita in nero e azzurro. Parla di Inter ventiquattro ore al giorno, nel tempo libero si limita a scrivere, sempre di Inter. Sogna di lasciare un ricordo indelebile nella storia della Beneamata, come Arnautovic. E’ un tifoso sfegatato come tanti, ma obiettivo come pochi.