Motta: “Mancini gran lavoro, gli 1-0 sono buon segno”

Articolo di
30 dicembre 2015, 10:13
Thiago Motta

Il “Corriere dello Sport” ha intervistato Thiago Motta, vecchia conoscenza della Serie A. Il centrocampista ha parlato anche di Inter, sua ex squadra, soffermandosi sul lavoro di Mancini.

GRANDE LAVORO – Thiago Motta nel corso della sua intervista al “Corriere dello Sport” ha commentato anche la posizione dell’Inter, tornata ai piani alti della classifica dopo anni complicati: “Ne sono felice perchè sono rimasto legato alle mie due squadre italiane. Mi sembra che i dirigenti dell’Inter abbiano costruito un bel gruppo e i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Merito anche di Mancini, un allenatore che ha idee chiare e le sa trasmettere”.

DIFESA E RISULTATI – Parlando di cosa manca all’Inter per vincere e delle critiche per gli 1-0, Motta aggiunge: “Difficile dire cosa manchi, di certo ora l’Inter è in testa. In Italia il campionato lo vince chi subisce meno gol e gli 1-0 dimostrano che i nerazzurri sono sulla buona strada. Nel calcio il risultato è la prima cosa. L’anno scorso l’Inter era arrivata lontanissima dalla Juve, ora il lavoro di Mancini l’ha riportata sopra. Segno di qualità nel lavoro e di gruppo unito, con tutti a remare nella stessa direzione. Per vincere 1-o servono grande organizzazione e un gruppo che non molla mai. L’Inter può durare fino alla fine anche perchè non ha le coppe”.

AMICO – Sui rapporti con gli ex compagni, Motta svela di sentirne uno in particolare: “Dei miei ex compagni ogni tanto sento Ranocchia e lo saluterò volentieri prima dell’amichevole. Bravo ragazzo ed ottimo difensore. Non mi permetto di dargli consigli, le scelte sono sue, spero solo sia felice perchè è un amico”.

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.
Giulio Di Cienzo

Giulio Di Cienzo

Giulio Di Cienzo, nasce a Milano e si costruisce negli anni una passione per il calcio equamente divisa tra razionalità e passione. La parte più calda sta in Sudamerica, l’unico tifo è per l’inter.